Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mario Giordano a Tagadà: "Salvini e Di Maio? La situazione è sfuggita di mano. Quando si incontrano..."

Davide Locano
  • a
  • a
  • a

Al centro dell'intervista di Tiziana Panella a Mario Giordano, a Tagadà su La7, il difficile momento per il governo, alle prese con mille tensioni in vista delle elezioni Europee. La conduttrice chiede a Giordano chi, tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio, sia finito "più ko" rispetto all'altro. "Per il momento dei due nessuno dei due è finito più ko, in quest'ultima fase ha preso più botte sicuramente Salvini da parte di Di Maio, che doveva risollevarsi - risponde il conduttore di Fuori dal Coro -. Le botte hanno lasciato un piccolo segno, però mi sembra che quello rischia di andare davvero ko definitivo sia il governo, l'alleanza tra i due". Dunque, Giordano sottolinea come la situazione "è scappata di mano. Lo anticipavo nel giorno di Siri (il ritiro delle deleghe in CdM, ndr): quell'attacco lì, quella mattina, ha segnato un cambiamento. Da due punti di vista: innanzitutto personale, i due non si parlano più, e questo è un problema. Ma ancor di più ha lasciato uno strascico nei rispettivi elettorati, che vedono l'alleanza di cattivo occhio e spingono i loro leader ad allontanarsi", conclude il giornalista. Leggi anche: Mario Giordano spara ad alzo zero contro la piddina Tinagli Di seguito, l'intervista a Mario Giordano a Tagadà:

Dai blog