Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Salvini alla rom che lo aveva minacciato: "Stai buona zingaraccia che fra poco arriva la ruspa"

Esplora:

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

"Ma vi par normale che una zingara a Milano dica A Salvini andrebbe tirata una pallottola in testa? Stai buona, zingaraccia, stai buona, che tra poco arriva la ruspa". Il ministro dell'Interno replica così alla minaccia della nomade del campo rom alla periferia di Milano. La donna, dopo aver ricevuto la notizia del censimento, aveva risposto: "Quel co****ne di Salvini, c'è sempre lui in mezzo. E ancora: "Che venga qui a parlare con noi, se ha le p***e". A Salvini andrebbe tirato un proiettile in testa", gridava la pregiudicata agli arresti domiciliari. Il commento non è però piaciuto al leader leghista, che in diretta da Milano Marittima, ha espresso tutto il suo dissenso ai microfoni di Skytg24. E lo ha fatto con parole pesantissime. Leggi anche: Salvini, a Bolzano i sinti votano Lega: la testimonianza clamorosa #Salvini: Ma vi par normale che una zingara a Milano dica “A Salvini andrebbe tirata una pallottola in testa”? Stai buona, zingaraccia, stai buona, che tra poco arriva la RUSPA. @SkyTG24— Matteo Salvini (@matteosalvinimi) August 1, 2019

Dai blog