Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

DiMartedì, Bersani su Renzi: "Bisogna dirgli che senza Bandiera rossa non ci sarebbe stato Bella ciao"

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

Pier Luigi Bersani ha ancora il dente avvelenato nei confronti di Matteo Renzi: "Lui si vuole liberare dalla sinistra - dice a DiMartedì - bisognerebbe dirgli che se non ci fosse stato chi ha cantato 'Bandiera rossa' non ci sarebbe stato nemmeno chi ha cantato 'Bella ciao". Leggi anche: Salvini chiede scusa per aver sostenuto la Raggi: "È bravissima, ma non come sindaco" E ancora: "A Palazzo Chigi? È un vasto programma ma si è visto che vuole un partito personale. Lui sostiene di volere un partito all'americana senza sinistra". Il presidente di Articolo Uno fa riferimento non solo alla scissione del Pd voluta proprio dall'ex premier, ma anche alle continue frecciatine di Renzi, fautore di questo governo, nei confronti dell'esecutivo. Pier Luigi Bersani su #Renzi: "Lui si vuole liberare dalla sinistra, bisognerebbe dirgli che se non ci fosse stato chi ha cantato 'Bandiera rossa' non ci sarebbe stato nemmeno chi ha cantato 'Bella ciao'" @pbersani #dimartedì pic.twitter.com/xYp2Bk91PS— diMartedì (@diMartedi) October 8, 2019

Dai blog