Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Salvini vede il trionfo in Emilia Romagna, la bomba dalle Coop rosse su Lega , Pd e "sardine"

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

Adesso Matteo Salvini vede davvero il trionfo in Emilia Romagna. L'intervista di Claudio Levorato, presidente del colosso Rekeep, ex Manutencoop, al Resto del Carlino è tanto significativa quanto preoccupante per la sinistra: il massimo rappresentante delle cosiddette Coop rosse, infatti, afferma a chiare lettere: "Tra Lega e Pd resteremo neutrali". Un bruttissimo segnale: viene via la terra sotto i piedi del governatore uscente Stefano Bonaccini, che proprio sull'appoggio del tessuto produttivo emiliano-romagnolo contava per avere la meglio sulla "pancia" degli elettori, che si stanno spostando pesantemente verso il centrodestra e la sfidante Lucia Borgonzoni.  Leggi anche: "I fattori segreti". Sondaggio Masia, i numeri in mano a Salvini e Borgonzoni Pur riconoscendosi in valori diversi da quelli di Salvini, Levorato va dritto al punto: "Faccio l'imprenditore e gli imprenditori fanno i conti con la realtà e con chi governa al momento". "Nessuno di noi dirigenti - spiega ancora - è in grado di orientare le scelte dei nostri soci, e tanto meno dei dipendenti". Poi la domanda fatidica: "Da uno a 10 quanto le coop remeranno per Bonaccini? Dieci?". Risposta glaciale: "Meno meno". Al Pd tocca sperare nel popolo delle "sardine", ma anche qui Mister Coop è decisamente tranchant: "Un grande moto spontaneo di piazza è positivo, ma non penso che questo tipo di reazioni aiuti la sinistra. Anzi, rischia di scendere nel terreno preferito da Salvini, lo scontro ideologico".

Dai blog