Cerca

Non solo ereditarietà

Cancro al colon, il secondo tumore più diffuso: da cosa si riconosce, chi colpisce, come si può evitare

24 Luglio 2018

0
Cancro al colon, il secondo tumore più diffuso: da cosa si riconosce, chi colpisce, come si può evitare

C'è un male che uccide 610mila persone all'anno nel mondo. Il cancro al colon-retto, spiega il professor Gianni Milito su Dagospia, è la seconda neoplasia più diffusa e dalle cause ancora poco chiare: incidono sicuramente sul'insorgenza del tumore "una dieta povera di fibre (verdure e frutta), il fumo di sigaretta, l'obesità, la sedentarietà, l'ereditarietà, la presenza di polipi intestinali e le malattie infiammatorie intestinali".

Colpisce uomini e donne, soprattutto sopra i 60 anni, e presenta sintomi come "cambiamenti delle abitudini intestinali, sanguinamento rettale, sangue nelle feci, anemia, dolore addominale, crampi addominali, sensazione di mancato svuotamento dell'intestino dopo la defecazione". Per una corretta diagnosi occorre procedere per tappe: "esame obiettivo e anamnesi, esami di laboratorio su sangue e feci, esplorazione rettale digitale, test strumentali e biopsia". Tra i test strumentali, fondamentale è la colonscopia che consente l'esplorazione visiva del colon dall'ano al ceco.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media