Cerca

Prevenzione

Insufficienza renale, ne soffre il 7-10% degli italiani: le regole dell'esperto per tutelarsi

3 Ottobre 2019

1
Rene, le regole dell'esperto per preservare la sua funzionalità

La Società italiana di nefrologia (Sin), nel corso del congresso nazionale di Rimini, ha reso noto che in Italia ben il 7-10% della popolazione adulta ha un'insufficienza renale di grado più o meno serio. Questo significa che oltre due milioni di italiani hanno reni che non riescono più a fare il loro lavoro di filtro, che consiste nel trattenere le sostanze utili all'organismo e lasciar invece andare le scorie. Un compito indispensabile. Purtroppo però la maggior parte dei soggetti si accorge di avere qualche problema, quando è ormai troppo tardi - sottolinea il Corriere della Sera -, in quanto si può arrivare a perdere fino all'80% della funzionalità, prima di avere sintomi evidenti.

"Un calo progressivo della funzione renale è inevitabile con gli anni, ma sono pericolosi per questi organi la pressione alta, il diabete e l' obesità. Contro l'età non si può fare nulla, ma per evitare le altre malattie che favoriscono la malattia renale cronica sì", ha spiegato il presidente Sin, Giuliano Brunori. "Per tutelare la salute dei reni, quindi, è importante avere fin dall'infanzia uno stile di vita sano: una dieta corretta e povera di sale, per non favorire l'ipertensione, ed esercizio fisico regolare, per tenere alla larga obesità e malattie metaboliche", ha quindi reso noto.

Brunori ha voluto perciò scendere nello specifico: "Ipertesi, diabetici e anziani sopra i 65 anni sono le tre categorie in cui più spesso c' è un danno renale: queste persone, oltre a seguire correttamente le terapie prescritte per controllare pressione e glicemia, devono verificare la funzionalità renale almeno una volta l' anno".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aldoinvolo

    04 Ottobre 2019 - 09:09

    Sono uno dei tanti con problema renale. Sono costantemente seguito e controllato, nulla da eccepire, alcune cose invece non mi quadrano. Dieta ferrea seguita x un po di tempo, poi mi rendevo conto che forse il rene proseguiva il decorso, io non stavo in piedi, ho cambiato totalmente registro, faccio attenzione, ma con altre regole, Risultato; sto benissimo.

    Report

    Rispondi

media