Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sanremo 2020, Maurizio Costanzo: "Cos'è davvero questa kermesse", una sacrosanta verità

Davide Locano
  • a
  • a
  • a

Gli approfondimenti sulla politica o anche sulla cronaca, sono numerosi. Quello che mi sembra più riuscito, va in onda alle 10 di mattina su Skytg24 ed è condotto da Roberto Inciocchi. Sono due ore di trasmissione con una pluralità di ospiti e, comunque, una tempestività, rispetto all' attualità, che fa onore agli autori del programma. Rimaniamo nell' ambito dei talk per segnalare, ancora una volta, Mario Giordano, con il suo Fuori dal coro, in onda su Retequattro. A funzionare, al di là degli ospiti e degli argomenti trattati, è certamente lo stesso Giordano che si abbandona a grida, esasperazioni e a urla che potrebbero apparire scomposte, ma che sono calcolate. Comunque, già l' ho scritto, Giordano è bravo. Leggi anche: Sanremo 2020, la frase orribile di Morgan sulla madre di Bugo Mentre scriviamo, ci stiamo avviando alla conclusione di questo 70° Festival di Sanremo e, proprio questa sera, sabato, ci sarà la proclamazione del vincitore. Confermo che, ancora una volta, il Festival di Sanremo è stato una grande festa del Patrono, una imponente sagra di piazza. Solo così, oltre che per l' affezione, si giustifica la presenza del pubblico, comunque numeroso. Poi possiamo interrogarci se era meglio Baglioni o è stato meglio Amadeus. Se le canzoni erano orecchiabili oppure no. Se gli ospiti hanno funzionato o sono stati sul palco in quanto ben pagati. Tutto ciò non serve. Dobbiamo sempre ricordare che Sanremo è Sanremo. di Maurizio Costanzo

Dai blog