Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Amici, la sfuriata di Maria De Filippi? Voce clamorosa su Mediaset: ecco cosa c'è dietro, davvero

  • a
  • a
  • a

È successo un casino che metà basta. No, non il coronavirus, un' altra roba. Praticamente è andata in onda la terza puntata di Amici, il talent dei talent che da anni e anni e anni (siamo alla diciannovesima edizione) vince e stravince. Nel corso del programma, andato in onda venerdì sera ovviamente senza pubblico in studio, si è scatenato un bordellone di proporzioni bibliche e a farne le spese, per la prima volta da quando bazzica la tv, è stata la regina Maria De Filippi.

Breve riassunto (ma davvero, altrimenti ci vorrebbe un tomo): una cantante, tale Nyv, finisce subito sotto accusa perché in settimana ha frignato molto; altri due allievi (i ballerini Javier e Valentin) fanno i capricci perché «io non accetto la valutazione dei giudici»; una professoressa, la signora Alessandra Celentano, difende codesto manzo cubano (Javier, appunto); la De Filippi le dice «Perché sei qui e non a dirigere la Scala? Se non ti volessi bene, ti caccerei a calci nel sedere», quindi spedisce a casa Valentin: «Adesso basta! Quella e la porta! Ce la faremo lo stesso anche senza di te».

confusione generale Altri due allievi, tali Jacopo e Giulia, piangono per «eccesso di pressione» e, infine, si scatenano i fetentissimi social network al grido di: «Amici è da rottamare!» più una mezza tonnellata di accuse varie (e, lo ripetiamo, inedite) alla regina della televisione tipo «non ce lo aspettavamo da te, Maria!» e altre bambinate che non stiamo qui a riportare.

Tra le altre "colpe" rivolte alla De Filippi quella di aver involontariamente confermato la fine dell' ammmore tra Raimondo Todaro, ballerino di Ballando con le stelle, e la moglie Francesca, a sua volta gran danzatrice dell' amabaradan "defilippesco". E vabbé, succede anche nelle migliori famiglie. Totale: la diretta andata in onda senza pubblico, senza sigla, senza Loredana Berté (rimasta a Milano per evidenti motivi, al suo posto Christian De Sica) è terminata nella confusione generale con 42' di anticipo (sipario abbassato alle 00.33 invece che all' 1.15).

esigenze di palinsesto E allora facciamo il punto. Il punto è questo: Maria De Filippi non voleva andare in onda in questo periodo, di venerdì sera, il giorno prima del suo C' è Posta per Te. Lo ha fatto mordendosi la lingua per rispondere a esigenze di palinsesto di Mediaset, ma sapeva che la collocazione non l' avrebbe agevolata. Le problematiche causate dal virus hanno fatto il resto: allievi nervosi e sopra le righe, produzione in difficoltà, show decisamente senza senso in questo momento e... Maria De Filippi per una volta incazzata come una biscia (detto in francese).

buoni ascolti Oh, capiamoci, a una professionista non dovrebbe capitare, ma è evidente che la situazione ha esasperato persino un "robot" come lei. E, niente, chiudiamo con gli ascolti: Amici pur terminando in anticipo ha vinto con il 18,5% di share e 4,3 milioni di spettatori (del resto erano tutti a casa) e ha battuto Ulisse di Alberto Angela (12,9% e 3,5 milioni su Rai1). Magra consolazione, va detto.

Note a margine di relativa importanza. La prima: Maria De Filippi avrà anche sbagliato nei modi, ma se sei un aspirante ballerino e partecipi al suo programma è meglio se eviti di atteggiarti a novello Bolle, anche solo per una questione strategica. La seconda: per capire il regolamento di Amici ci vogliono un paio di lauree in matematica e "scienze dei regolamenti", semplificatelo per favore.

La terza: l' idea di Amici prof, con i professori che si sfidano a suon di canzonette, ha l' effetto di un karaoke organizzato per un cinquantesimo di compleanno a casa di un neocinquantenne molto depresso, fatene a meno.

Dai blog