Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pomeriggio 5, il dramma degli italiani bloccati per coronavirus in acque tunisine: "Noi come appestati"

  • a
  • a
  • a

Le conseguenze del coronavirus: italiani trattati da appestati in Tunisia. Il caso è stato affrontato da Barbara D'Urso a Pomeriggio 5. Li hanno fatti attraccare con la loro barca nel porto di Monastir, costringendoli a restare a bordo perché sono arrivati dall'Italia. Questa la storia di Sergio e Luca, che raccontano la loro disavventura direttamente dall'imbarcazione su cui si trovano. Quello riservato dalle autorità tunisine, terrorizzate dal Covid-19, è un trattamento autoritario. "La nostra è una barca di servizio, eravamo al lavoro nel Mediterraneo e in siamo dovuti andare a Monastir. Lì ci hanno bloccati in porto, ci hanno misurato la temperatura e ci hanno obbligati a stare sulla barca, senza acqua né luce. Ci hanno trattati come fossimo untori", hanno denunciato in collegamento dalla D'Urso. E non possono neppure andarsene a causa del mare in burrasca. In loro soccorso è intervenuta la Farnesina, che ha interceduto per far arrivare a loro acqua e corrente elettrica.

 

Dai blog