Cerca

L'ultima goccia

Liverpool, Andrew Robertson chiude l'account Twitter: troppi insulti, in fuga dai social

19 Settembre 2019

0
Andrew Robertson

La sconfitta del San Paolo per 2-0 in Champions League contro il Napoli ha lasciato più scorie di quanto preventivato in quel di Liverpool. Andrew Robertson, 25enne terzino sinistro scozzese dei Reds, ha dovuto chiudere il proprio account di Twitter a causa dei numerosi e pesanti insulti che i supporter di Anfield gli hanno rivolto.

I tifosi del Liverpool non hanno perdonato ad uno dei protagonisti della Champions League vinta la scorsa stagione la sua irruenza in occasione dell'intervento ai danni di Callejon che ha causato il rigore del vantaggio napoletano siglato da Mertens, oltre una prestazione talmente non all'altezza della situazione da essere ritenuto uno dei responsabili della sconfitta: "Non impari mai, sei sempre così f**********e irruento", "Tornatene all’Hull City, calciatore di m***a", più una serie di diti medi ed altri improperi irripetibili che hanno costretto il povero Robertson a chiudere definitivamente il suo account Twitter per svicolare gli haters.

Passare dalle stelle alle stalle è un attimo, ma qui si è un po' esagerati, considerando che questa è stata la prima sconfitta stagionale del Liverpool (escluso il Community Shield perso ai rigori contro il Manchester City), ma si sa, i tifosi perdono facilmente il senso della misura se abituati troppo bene. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Alfonso Bonafede, goffo tentativo di depistaggio: "Una gara tra me e Matteo Renzi?"

Grande Fratello Vip, Elisa De Panicis e "la scossa". Confessione per Libero: "Ho voglia di innamorarmi"
Morgan, l'imitazione di Luciana Littizzetto a Che Tempo Che Fa: "Tu sei un mezzo pirla, senza chiappe e panza"
Open Arms, Matteo Salvini deposita la memoria difensiva in Senato: "Un attacco preventivo all'Italia"

media