Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Petr Cech, un radicale cambio di vita dopo l'addio al calcio: si dà all'hockey su ghiaccio

Stefano Boffa
  • a
  • a
  • a

Petr Cech ha appeso da poco i guantoni al chiodo e ora è dirigente del Chelsea. Dopo aver chiuso la carriera calcistica nell'Arsenal all'indomani della finale di Europa League di Baku persa proprio contro i Blues, l'ex portiere ceco ha sentito il richiamo di un altro sport di cui è grande appassionato e che in Repubblica Ceca è considerato sport nazionale: l'hockey su ghiaccio. Leggi anche: "Ho vinto tutto, ora lascio". L'addio al calcio è social: il gigante Petr Cech molla Per questo motivo, l'ex capitano della Nazionale ceca ha accettato l'offerta del Guildford Phoenix, club di NIHL (National Ice Hockey League), lega semi-professionistica inglese. "Sono lieto di avere l'opportunità di fare un'esperienza del genere. Mi auguro di poter essere d'aiuto a questa giovane squadra e di vincere il maggior numero di partite possibile quando avrò modo di giocare", sono state le prime parole di Cech durante la sua presentazione. Poi ha proseguito spiegando i motivi di questa scelta: "Dopo 20 anni di calcio professionistico, sarà un'esperienza meravigliosa per me giocare al gioco che adoravo da bambino. Fortunatamente il mio lavoro al Chelsea non mi impedisce di praticare, nel tempo libero, lo sport che ho sempre amato, ho giocato a hockey per anni prima di diventare un calciatore professionista". Anche l'allenatore del piccolo club, lo slovacco Milos Melicherik, è raggiante per la firma dell'ex campione calcistico: "Siamo veramente felici della firma di Petr, è migliorato un sacco da quando l'ho visto per la prima volta sul ghiaccio. Ora speriamo di poterlo impiegare già nel prossimo weekend". Che altro dire? In bocca al lupo per questa nuova avventura, campione.

Dai blog