Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Carlton Myers razzola male, sorpreso al parco: "Mi scuso con tutti. Avevo detto restate a casa..."

  • a
  • a
  • a

Chi dalle parole non passa ai fatti. Si parla in questo caso di Carlton Myers, ex super-stella del basket italiano, azzurro primatista assoluto nei punti realizzati in singola partita.  In precedenza, anche lui si era speso nella campagna contro il coronavirus: "Restate a casa". Peccato che poi sia stato pizzicato mentre correva insieme ad alcuni amici al parco Renzi di Rimini, usando attrezzi condivisi nello spazio verde della struttura. Sorpreso dai carabinieri, non è scattata la denuncia: secondo le autorità non vi erano gli estremi. Da par sua, Myers ha poi fatto mea culpa su Instagram: "Vi avevo invitato a stare a casa. E poi...". Il campione spiega: "Ero andato a fare un po’ di attività in un parco, non sapendo che non si potesse proprio andare: eravamo in quattro con distanze ampie, ma siamo stati fermati perché le strutture non si possono proprio utilizzare, così inconsapevolmente siamo stati pizzicati dai carabinieri che hanno preso nota – ha spiegato Myers –. Chiedo scusa, non era mia intenzione non rispettare le regole. E faccio anche i complimenti perché stanno dimostrando non solo di essere fermi ma di avere anche tatto e professionalità. Vi avevo invitato nei giorni scorsi a rimanere a casa, scusate ancora", ha concluso.

Dai blog