Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Formula 1 cancellata per coronavirus, Max Mosley: "Unico modo per dare certezze alle scuderie"

  • a
  • a
  • a

La Formula 1 sta valutando tutte le soluzioni possibili e immaginabili per correre il mondiale 2020, anche a costo di adottare un format super ridotto e con gare a porte chiuse. Secondo Max Mosley, ex presidente della Fia, la cosa migliore da fare è cancellare l’intera stagione e pensare al futuro, perché l’emergenza coronavirus non consente uno svolgimento consono delle gare. “In questo modo - ha spiegato Mosley in un’intervista rilasciata all’agenzia tedesca Dpa - scuderie e organizzatori avrebbero certezze e potrebbero fare piani. Al momento si trovano in un limbo e stanno perdendo soldi”.

La F1 vorrebbe ripartire a luglio, così come detto alla vigilia da Mattia Binotto, team principal Ferrari, ma per l’ex n.1 della Fia “sembra sempre più improbabile. Aspettando si rischia di peggiorare le cose, senza la certezza di poter assegnare un titolo”. Mosley è contrario anche all’ipotesi delle porte chiuse: “Per la maggior parte degli organizzatori sarebbe un disastro finanziario. Fino a quando non si avrà un’idea di quello che succederà nel mondo con questa pandemia, non sarà possibile fare programmi razionali per la F1”. Se lo dice uno che è stato presidente della Fia dal 1993 al 2009, probabilmente c’è da fidarsi. 

 

 

Dai blog