Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Alex Zanardi, parla il medico: "Affronta la fase ondulatoria, può durare a lungo". Ecco cosa significa

  • a
  • a
  • a

Robusto Biagioni, il medico d'urgenza dell'elisoccorso che ha stabilizzato Alex Zanardi subito dopo l'incidente e gli ha salvato la vita, non è sorpreso dalla notizia del peggioramento delle condizioni del pilota. "L'evoluzione clinica procede in un modo che definiamo ondulatorio con riprese che vanno oltre le più ottimistiche aspettative e peggioramenti improvvisi che possono lasciare sconcertati. Non bisogna esagerare con l'ottimismo ma allo stesso tempo neppure cadere nel peggior pessimismo se Alex ha avuto un aggravamento ed è tornato in terapia intensiva. Passaggi del genere potrebbero accadere ancora per un anno, la letteratura scientifica ce lo insegna".

 

 

Secondo il medico la situazione dell'ex pilota di Formula 1 va divisa in due parti. "Quella neurologica può essere valutata solo più avanti. Quella degli organi vitali invece può avere continue oscillazioni. C'è un'evoluzione costante dei parametri. Non è possibile fare un bilancio delle funzioni vitali in una fase così delicata. L'immobilizzazione stessa è un fattore di rischio anche per un soggetto sano, figuriamoci per chi ha subito tre interventi chirurgici come Zanardi. Ogni paziente risponde in modo soggettivo", spiega al Corriere della Sera. "La sua prognosi, se tutto andrà bene, potrà essere sciolta soltanto fra diversi mesi. Fino ad allora, Alex continuerà ad affrontare ogni giorno una situazione di rischio estremo".

Dai blog