Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ferrari, Charles Leclerc, Sebastian Vettel e la "frase rubata" dopo il disastro in Belgio: "Scusate, ma...". Andata così?

  • a
  • a
  • a

Le Ferrari mai così male nella storia recente, Sebastian Vettel e Charles Leclerc rispettivamente tredicesimo e quattordicesimo nel Gp del Belgio di Formula 1, superati (anzi, umiliati) persino dai piloti di Alpha Tauri e Alfa Romeo (due delle scuderie-Cenerentola del Mondiale). Troppo brutto per essere vero, anche se il team principal Mattia Binotto si ostina: "Non chiamatela crisi, è una parola sbagliata, è un risultato brutto in una stagione difficile". Sottotesto: se fosse una crisi ne potremmo uscire, così invece sembra più una tappa in una Via Crucis sportiva.

 

 

 

Che dire? Forse meglio riderci sopra, come fa il sempre ficcante Osho in prima pagina sul Tempo. La sua foto-satira  per una volta è sportiva, e vede i due piloti della Rossa rivolgersi idealmente ai tifosi: "Scusate, ma c'era 'na cifra de coda al casello". Che in girono di contro-esodo dalle vacanze, suona quasi più veritiera delle versioni ufficiali.

Dai blog