Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pina Onotri, segretario del sindacato dei medici ospite di Maurizio Belpietro: "I tagli e i pareggi alla sanità portano a non curarsi"

Ne La Telefonata di Maurizio Belpietro, del 27 novembre il direttore ospita Pina Onotri, segretario del sindacato dei medici per discutere delle nuove regole introdotte dalla direttiva europea sui turni e sulle pause che i dottori dovranno rispettare. "L'applicazione della direttiva europea è giusta ma dev'essere applicata con flessibilità. Sarebbe improponibile che un medico con un paziente con l'addome aperto sotto i ferri lasci l'uomo lì al suono della campanella del cambio. Ci sono però dei medici che hanno dovuto lavorare per 72 ore di seguito senza straordinari pagati. Il ministero ha annunciato che assumerà altri 4mila medici ma andando a vedere la legge di stabilità la Onotri non si è detta per nulla rassicurata: "Una quota insufficiente e spero in un emendamento straordinario e noi sindacati siamo arrabbiati. Bisogna sfatare il mito del medico instancabile privato dal sonno che espongono anche a rischio il paziente. In un clima di tagli e del pareggio del bilancio sacrifichiamo delle cose importanti come la salute dei medici e dei cittadini". "Per quanto riguarda le analisi invece ogni regione deciderà i servizi da rendere nel suo territorio: il servizio sanitario nazionale non esiste già più quindi. Per questo un impiegato con 1200 euro o i pensionati rendono l'ingresso al "superticket" applicati insieme alla lista d'attesa quasi inaccessibili e rinuncia a curarsi", conclude il segretario.  

Dai blog