Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Nessun allarmismo". Giuseppe Conte, altro autogol sullo stato d'emergenza

In aula alla Camera, dopo la "prima" al Senato, Giuseppe Conte riferisce sulla contestatissima proroga dello stato d'emergenza. Ribatte alle accuse delle opposizioni, parla di "affermazioni gravissime" nei suoi confronti, sottolinea come stato di emergenza non significhi nuovo lockdown dal primo di agosto. Dunque insiste sulla "proporzionalità e l'adeguatezza" della decisione. Quindi aggiunge che "con la proroga dello stato di emergenza non intendiamo introdurre nuove misure restrittive, tutt'altro". E ancora: "Non vi è alcuna intenzione di drammatizzare, di creare paura nella popolazione. Non si vuole creare una ingiustificata situazione d'allarme", sottolinea. E il dubbio viene spontaneo: come è conciliabile la volontà di non creare allarmismi prorogando uno strumento che si chiama "stato di emergenza?".

Video:  Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Dai blog