Cerca

In viaggio

Zurigo: una Svizzera sorprendente

Una città a misura di bambino

Natura, cultura e tanti servizi e infrastrutture per i più piccoli
0
Svizzera a misura di bambino
Natura, cultura e tanti servizi e infrastrutture per i più piccoli

Orologi, cioccolato, Heidi, mucche. Sono questi, di solito, gli stereotipi che si associano alla Svizzera.
Eppure c’è molto di più. Non tutti sanno, per esempio, che Zurigo, una delle città più importanti della confederazione elvetica, è anche una destinazione adattissima alle famiglie con bambini.

Primo, perché tra il fiume Limmat, il lago e il monte Uetliberg offre tanti spunti di divertimento, a contatto con la natura.

Poi perché la cultura “family friendly” è ben radicata: le infrastrutture di numerosi parchi in città e nei dintorni sono a misura di bambino, hotel e ristoranti offrono ai più piccoli menu speciali e i musei allestiscono le proprie mostre sempre più all’insegna del motto “emozionare o niente!”. In molti luoghi, le porte della scienza e della tecnica sono aperte anche di domenica e nei festivi.

Per ambientarsi, conviene fare il primo giro in centro in compagnia di una guida scegliendo il tour apposito studiato per chi ha bambini. In questo modo si riesce a trovare spunti divertenti e aneddoti sui luoghi di interesse cone Lindenhof, la piazza dove fu fondata Zurigo, da Romani, la chiesa di Fraumunster, con le vetrate di Marc Chagall, e i dintorni pittoreschi di Niederdorf. Qui, noi consigliamo di pranzare da Johanniter, dove i bambini possono provare il menu studiato per loro e gustare dei saporiti wcrstel con patate (siamo sempre in Svizzera, in fondo), mentre per mamma e papà il top è il bratwürst con rösti: una salsiccia di vitello accompagnata da una speciale frittata di patate.

Per una giornata all’insegna della sorpresa e della scienza bisogna andare al Technorama, di Winterthur (a 20 minuti da Zurigo), che contiene oltre 500 installazioni sperimentali, che i bambini possono toccare e manipolare liberamente, per scoprire i segreti della scienza e della fisica.  Da non perdere la presentazione sull’elettricità: fulmini, scosse elettriche e altre “magie” prendono vita in tutta sicurezza, offrendo uno spettacolo unico in Europa. Se i vostri figli sono temerari, possono provare a toccare 500.000 volt nel generatore di Van de Graaf, con un gran effetto-sorpresa: tutti i capelli in testa si rizzeranno, per una straordinaria foto-ricordo!


Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media