Cerca

Il dossier svelato dallo 'Spiegel'

Angela Merkel ha un piano:
vuole invaderci e conquistarci

Prima dell'ok agli eurobond vuole imporre agli Stati del Sud di aprire le porte agli investitori esteri

E aziende e privati tedeschi sono gli unici ad avere le casse piene di liquidità: così potrebbero cominciare la loro opera di definitiva colonizzazione economico-finanziaria
Angela Merkel

La Cancelliera ha un piano: invaderci e conquistarci

"A Berlino sta sfuggendo l’occasione di mettere le mani su quello che avanza dei gioielli greci e sta studiando il modo per conquistare, economicamente parlando, tutto il Sud Europa, Italia compresa. La macchina tedesca macina soldi a ripetizione e le sue aziende produttive non solo sono riuscite a non farsi scalfire dalla crisi, ma hanno anche accumulato una ricchezza invidiabile. Lo stesso vale per le famiglie: il patrimonio finanziario privato in Germania, dice la Bundesbank, ha toccato i 4.715 miliardi di euro, un livello mai raggiunto prima. I tedeschi insomma, non sanno più dove investire i loro soldi", spiega Antonio Spampinato su Libero in edicola oggi. E così i crucchi hanno studiato un piano: quello di invaderci. Prima di fare un passo avanti sui titoli europei, Angela Merkel vuole imporre agli Stati del Sud di aprire le porte agli investitori esteri. E aziende e privati tedeschi sono gli unici ad avere le casse piene di liquidità: sta tutto, nero su bianco, in un dossier svelato dallo Spiegel.

Leggi l'approfondimento su Libero in edicola oggi, sabato 26 maggio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Caninforato

    30 Maggio 2012 - 15:03

    Un lettore ha scritto che i vecchi trentini (nati e cresciuti sotto l'Austria) dicevano sempre che la fame l'hanno conosciuta quando sono passati all'Italia. Non conosco direttamente la condizione trentina ma posso assicurarvi che i vecchi friulani dicevano le stesse cose (ed infatti l'emigrazione friulana soprattutto in Canada ed Australia è un prodotto dei Savoia prima e della Buonanima poi). Il vero problema non è l'invasione dei "crucchi", ma che se ne vadano dall'Italia (oltre a quelle italiane che delocalizzano) anche quelle poche aziende "crucche" o straniere che già ci sono...

    Report

    Rispondi

  • dbell56

    28 Maggio 2012 - 10:10

    Mentre Repubblica, Il Fatto Q. ecc. ecc. sguinzagliavano i loro scagnozzi per creare lo sputtanamento che poi c'è stato nei confronti delle istituzioni italiane pur di far cadere il Berlusca ad ogni costo, appunto, i tedeschi che sono di un pragmatismo ignoto a noi, pensavano a lavorare ed offrire sui mercati prodotti eccellenti per qualità/prezzo e, in tal guisa, attraverso la loro massiccia vendita, munirsi del cash flow necessario per fare acquisti di eccellenze all'estero (vedi Ducati ad esempio!). Noi italiani, nel frattempo, siamo stati capaci solo di produrre ottima fuffa. Risultato: noi italiani siamo nelle merda sino alle orecchie, i tedeschi ormai senza più freni (giustamente) tra un po' ci invaderanno. Che ci possa ciò fare solo del bene? Ai posteri l'ardua sentenza. A me comunque questa nuova situazione non mi dispiacerebbe per nulla!

    Report

    Rispondi

  • liberal1

    28 Maggio 2012 - 07:07

    Come attrarre denaro e prosperità you tube al diavolo la politica pensa te ai cazzi vostri e non votate più questo è un motivo in più di nuovo schiavi dei tedeschi

    Report

    Rispondi

  • sfeno

    28 Maggio 2012 - 03:03

    non vuol farsi inchiapettare dalle caste corrotte di certi governi ci sono eserciti di super vitaliziati e super pensionati compresa cicciolina vitaliziata a 50 anni..........povero popolo bue credi ancora alle favole dei nostri politici?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog