Cerca

Vento euro-scettico

Euro, in Germania nasce il partito contro la moneta unica: "Salviamoci fin che si può"

Euro, in Germania nasce il partito contro la moneta unica: "Salviamoci fin che si può"

Hans-Olaf Helkel

2013, fuga dall'euro. Non è un film di fantascienza, o almeno non lo stanno girando soltanto nell'Europa del Sud, tra Lisbona e Atene passando per Roma. La novità è che un partito anti-moneta unica ora è nato anche nella ricca, eurocentrica Berlino: si chiama "Alternativa per la Germania" ed è un po' il Fare per fermare il declino (sì, suona paradossale) teutonico. Riunisce economisti e imprenditori di spicco, primo fra tutti l'ex capo di Confindustria Hans-Olaf Helkel, oltre a politici centristi come l'ex Cdu Alexander Gauland. La loro idea è chiara: l'euro è già morto, si tratta di capire quando si celebrerà il funerale. Colpa, naturalmente, di Grecia, Spagna, Portogallo e pure Italia, oltre che della Francia che sta premendo per misure molto più blande sul rigore e sul deficit. "Bisogna salvarsi fin che si può", è il messaggio degli anti-euro tedeschi, preoccupati anche dalla possibile "invasione" di bulgari e romeni.

Gli anti-euro in Europa - Tema, questo, assai caro anche agli inglesi dell'Uk Independence Party di Nigel Farage, gli euroscettici d'Albione. Tendenza, quella contro l'euro e in generale l'Unione europea, diffusa naturalmente in tutti i paesi a rischio: in Grecia la sinistra radicale di Syriza sta facendo opposizione selvaggia al governo di Samaras, rigorista per non far uscire Atene dalla moneta unica. In Portogallo si scende in piazza contro l'austerity accettata dal governo di centrodestra di Pedro Passos Coelho, e lo si fa al grido Que se lixe a Troika (letteralmente, "che la Troika si fotta"...). E in Francia, come detto, è lo presidente socialista François Hollande a sottrarsi all'obbligo di ridurre il deficit al 3% del Pil. Posizione forte, superata solo da quella anti-euro spinta del Front National di Marine Le Pen.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • routier

    26 Maggio 2014 - 12:12

    In Germania nasce un partito anti euro ? I tedeschi saranno anche "crucchi" mica scemi.

    Report

    Rispondi

  • afadri

    23 Maggio 2014 - 23:11

    Aspettavamo questa notizia. Adesso veniamo a conoscenza che anche in Germania si sta formando un movimento che non vuole più l'euro. Ci avrei scommesso.! E non finisce qui.! Grazie Prodi. un'altro suo prodigio di economia. Se fossi stato un suo allievo mi vergognerei.

    Report

    Rispondi

  • Devogu

    10 Marzo 2013 - 16:04

    Sarebbe ora di fare l'esame di coscienza e rinegoziare radicalmente i trattati pensando al danno colossale provocato da Prodi e dai suoi accoliti. Bene fa grillo a parlare di un referendum sull'euro, pezzi di carta che paghiamo come schiavi delle banche.

    Report

    Rispondi

  • nehopienele

    07 Marzo 2013 - 00:12

    Prodi ha "svenduto" la LIRA a 1936,27, qualcuno continua a leccare il c****e della Merk**, risultati : forse qualche vantaggio sui carburanti, ma alla fine, impestati dai virus subprime US, costretti a una osservanza del diktat europeo che ci costa circa 5 Mln di Euro all'anno per un'organizzazione di MER**, torniamocene alla LIRETTA, ci costera' qualcosa ma riavremo la nostra indipendenza da quegli str****. Non solo ma tutti i vari (non italianski) li sbattiamo fuori a pedate nel cu** !! (compresi quelli in galera)

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog