Cerca

Mercato immobiliare

Case, è il momento dei saldi
Ma vendere è sempre più difficile

I proprietari costretti a calare i prezzi degli appartamenti: a Milano fino al 29% in meno, a Roma -31%

Se nel 2007 in una grande città italiana a parità di condizioni effettive si poteva acquistare una abitazione di 86,4 metri quadri, oggi si può arrivare a prenderne una di 107,8 (il 24,7% più grande)
Case, è il momento dei saldi
Ma vendere è sempre più difficile

Per chi se lo può permettere, questo è il momento buono per acquistare una casa. Bastano un po' di risparmi e la possibilità di accedere a un mutuo e potrebbe fare l'affare della vita. Sì, questo è il momento dei saldi nel mercato immobiliare. A rivelarlo una indagine del Corriere Economica: lo sconto medio si aggira attorno al 6,5% con Milano nella media, Roma al 5,6%, Napoli e Torino al 6,1%. Ma si sono toccate pure punte del 29% a Milano, del 31% a Roma, del 27% a Napoli e del 23% a Torino. Così, se nel 2007 in una grande città italiana a parità di condizioni effettive si poteva acquistare una abitazione di 86,4 metri quadri, oggi si può arrivare a prenderne una di 107,8 (il 24,7% più grande). 

Per chi non vende sono guai - L'indagine del Corsera è stata condotta su oltre 200 mila offerte: a settembre 2012 il numero di abitazioni per cui i proprietari o le agenzie che ne curano gli interessi hanno abbassato il prezzo hanno sfiorato quota 9.000. Ma vendere rimane comunque non facile. L'Agenzia del territorio ha segnalato per il secondo trimestre 2012 una caduta delle transazioni del 25,6% con Milano che ha fatto addirittura peggio della media con -26,2% e Roma che si è limitata a -19,6%. Dati che si rivelano allarmanti se si considera che il paragone avviene con il 2011 che non ha certo brillato. E per i proprietari che vogliono disfarsi dell'immobile sono guai: un anno di casa vuota può arrivare a costare tra il 6% e l'8% del suo valore se alle spese di gestione e all'Imu si somma anche il mancato introito dei reinvestimento della somma ottenuta dalla vendita. 

Milano - Entrando nel dettaglio, il Corriere Economia analizzando i dati di Nomisma e Tecnocasa, rileva che a Milano per vendere ormai servono almeno sei mesi nelle aree centrali e semicentrali (con uno sconto medio del 5,4% rispetto ai listini), sette mesi in periferia dove si arriva al picco di sconto del -10% nelle zone più degradate: la parte più periferica di viale Monza, via Padova, Corvetto, Barona, Dergano. Curiosamente, fa notare il Corsera, il record negativo però è toccato a un quartiere semicentrale, Cenisio Procaccini, sove la svendita è arrivata a -14%.

Roma - I tempi per vendere una casa a Roma sono 7 mesi per vendere abitazioni usate e 6 per quelle nuove (con sconti medi dell'1,9%, 2,6% in periferia) con un aumento del divario tra il prezzo richiesto e quello offerto dall'acquirente. A Torraccia, Magliana Collatina, Casal de' Pazzi, Torrevecchia e Fidene il calo del prezzo di una casa è del 20%. Tengono e in alcuni casi salgono invece i prezzi nelle zone di lusso: a Prati si è registrato un aumento del 3%, al Colosseo del 4%. 

Napoli - Nel capoluogo campano la svendita delle case è in media del 4% indipendentemente che si trovi in centro o in periferia. In calo anche gli affitti: dal 2008 a oggi hanno registrato un calo del 7%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lalla00

    21 Novembre 2014 - 14:02

    anche questo link si occupa di attività immobiliari http://www.uninvest.it/societa.htm

    Report

    Rispondi

  • lalla00

    21 Novembre 2014 - 14:02

    anche questo link si occupa di attività immobiliari http://www.uninvest.it/societa.htm

    Report

    Rispondi

  • acstar

    23 Ottobre 2012 - 09:09

    Ragazzi,....se non fate il vostro "dovere" quotidiano,quelle poverette delle vostre fidanzate/amiche ricorreranno sempre di più a noi.......non più giovanissimi e noi......non ce la faremo a tenerle tutte "buone" !...siamo normali...non ....super.....!

    Report

    Rispondi

  • acstar

    23 Ottobre 2012 - 09:09

    Ragazzi, sposati ono, fate l'amore per bene altrimenti le case saranno in sovrabbondanza, nessuno pagherà i contributi e il pil continuerà a scendere ! Ma possibile che siano tutti......vendoliani ?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog