Cerca

La rivoluzione tecnologica del Vaticano

Il Papa cinguetta, ma delude
"Cari amici sono su Twitter"

Benedetto XVI ha spedito il primo tweet in diretta Tv durante l'udienza generale nell'aula Nervi

I suoi follower si aspettavano un messaggio un po' più solenne nei 140 caratteri digitati dal Pontefice dal suo account @pontifex_it
Il Papa cinguetta, ma delude
"Cari amici sono su Twitter"

Come promesso il Papa si è messo a cinguettare. Da un'aula Nervi gremita di persone per la consueta udienza generale del mercoledì attraverso una tablet ha mandato il suo primo twitter. A dire il vero i suoi follower si aspettavano qualcosa di più, ma tant'è. "Cari amici è con gioia che mi unisco a voi su Twitter", ha scritto Benedetto XVI sul social network in diretta tv.  "Grazie - si legge ancora nel primo tweet del Papa - per la vostra generosa risposta, vi benedico di cuore". In realtà, il marchingegno organizzato per l’occasione, che avrebbe dovuto consentire di leggere contemporaneamente il primo tweet nelle otto lingue dell’account papale, stenta un po' a partire e così il messaggio è già arrivato in inglese e spagnolo mentre in italiano lo si è letto solo sul maxi schermo dell’Aula Nervi. 

 

Un milione di followers - Poi dopo otto minuti è arrivato anche il tweet in italiano. Tra i giovani fallower che sono stati fatti salire oggi sul palco dell’Aula Nervi non c'erano italiani: il nostro Paese forse è meno attento all’evoluzione cybernetica del Pontificato, come dimostra il fatto che i fallower italiani non hanno ancora raggiunto i 100 mila (sono 93.855 mentre in lingua ingelese sono già 664.566). Proprio mentre il Papa inviava il suo primo tweet, l’account "@Pontifex" ha superato il milione di follower, sommando le adesioni nelle otto lingue. "Oggi - ha dichiarato il portavoce della Santa Sede, padre Federcio Lombardi - il Papa risponderà via twitter a tre diverse domande che sono state scelte fra quelle inviate e che provengono da tre diversi Continenti. La prima coppia di domande-risposta è stata inviata poco tempo dopo l’invio del tweet introduttivo, la seconda e la terza coppia di domanda-risposta saranno inviate più avanti nel corso della giornata, distanziate fra loro da qualche ora".

La prima risposta di sua Santità - "Dialoga con Gesù nella preghiera, ascolta Gesù che ti parla nel Vangelo, incontra Gesù che è presente in chi ha bisogno". E’ questa la prima risposta del Papa su Twitter. La domanda scelta dal nutrito gruppo di collaboratori che si occupa dell’account "@Pontifex" era: "Come possiamo vivere meglio l’anno della fede nel nostro quotidiano".

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gilucas

    13 Dicembre 2012 - 10:10

    Non le sembra, gentile Rosa, di esagerare un tantino?

    Report

    Rispondi

  • Rosa84

    12 Dicembre 2012 - 19:07

    -Mi unisco a voi!- Come a dire: scusate per il ritardo! Un messaggio ermetico che condensa la lezione sui “piccoli del Vangelo”. Ultimamente ritorna spesso su questo punto durante l’Angelus; forse i piccoli ci sembrano tali per vocazione, per caso o per condizione sociale. Dunque la nostra è una lettura del tema che procede dall’alto. Invece oggi, in poche battute, il Pontefice sottolinea che si è piccoli per scelta e non per definizione. Una lezione discreta che non ha il sapore della predica ma della presenza che unisce. Una lezione sobria, in pieno stile Ratzinger:un pensatore che nei suoi scritti ha sempre l’umiltà di sottolineare la speranza che nutre circa l’effettiva utilità delle sue riflessioni nella nostra esperienza particolare. Eravamo abituati ad un clero rigidamente chiuso nelle sue gerarchie.Se Giovanni Paolo II parlava di “sentinelle del mattino” allora non c’è che dire:- il mattino della Chiesa è arrivato con Papa Benedetto! Un saluto alla redazione

    Report

    Rispondi

blog