Cerca

La trovata

Casa, contro la crisi e le tasse arriva la lotteria Sisal

Casa, contro la crisi e le tasse arriva la lotteria Sisal

Cinque numeri. Se sono quelli giusti, possiamo pure fare un bel falò di tutta la documentazione che avevamo preparato per convincere la banca a concederci il mutuo. La logica è la stessa del mitico Win for life. Ma i tempi cambiano, e se il sogno degli italiani prima era il vitalizio, per mettere qualche spicciolo sotto il mattone, ora il desiderio più ambito sembra essere direttamente il mattone.

Un tetto sopra la testa. È questa, in un momento in cui le banche non concedono più prestiti e la mancanza di liquidità ha fatto crollare i prezzi degli immobili, la nuova trovata della Sisal, che da ieri ha lanciato la lotteria VinciCasa. Niente più soldi, insomma, ma la solidità di quattro mura. «È il primo gioco che dà la possibilità di vincere un premio concreto come un’abitazione, che è il sogno più diffuso e ambito nel nostro Paese», ha annunciato Emilio Petrone, amministratore delegato del gruppo, che tra qualche giorno sbarca in Borsa. «La casa, del valore di 500 mila euro netti», ha precisato il manager, «sarà scelta e comperata direttamente dal vincitore che, assistito da Sisal, avrà due anni di tempo per farlo».

L’idea è grandiosa e diabolica allo stesso tempo. Sisal insegue i sogni, ma anche le paure degli italiani. E nell’incertezza economica, alla fine, malgrado l’accanimento del fisco e il dito puntato di tutti i governi che vogliono fare cassa senza troppi problemi, il mattone resta sempre il bene rifugio per eccellenza. Quello che nessuno ti può portare via. Neanche Equitalia, ora che è finalmente passata l’impignorabilità della prima casa. Certo, c’è la Tasi, la Tari, l’Imu. Del resto, cos’è ormai che non è tassato? Dalle rendite finanziarie alle sigarette, dalle pensioni al bollo del passaporto. I balzelli aumentano sempre e ovunque.

Ma la casa, ormai, o ce l’hai già o te la sogni per tutta la vita. Lo sanno bene gli agenti immobiliari, che continuano ad assistere impotenti al calo delle compravendite e a quello, conseguente, dei prezzi. Proprio ieri l’Istat ha diffuso i dati sui prezzi delle abitazioni. Il calo in quattro anni è del 10,4%. Ma se prima a scendere erano solo i listini delle vecchie case, ora la stessa sorte è toccata anche a quelle nuove. La crisi, la recessione? Certo. Ma il vero motivo, probabilmente, è quello spiegato dal Codacons, che in sei anni ha calcolato una diminuzione del 72% dei finanziamenti per l’acquisto della casa.
Qualcuno, in questi giorni, sta sognando i saldi estivi. L’unica occasione per fare qualche acquisto. Forse anche con gli 80 euro di Renzi, che, stando alle rilevazioni di Confcommercio su maggio (consumi a meno 0,7%), gli italiani si sono ancora tenuti stretti in tasca.

Altri, da ieri, hanno iniziato a sognare un’abitazione di proprietà. Il nuovo gioco della Sisal è semplice. Le estrazioni nella fase di lancio si terranno una volta a settimana, ogni mercoledì. La prima sarà il 9 luglio. La modalità di gioco è simile a quella dei Win For Life tradizionali, per vincere però occorre indovinare una serie di 5 numeri su 40, e la singola giocata ha il costo di 5 euro. Chi centra il premio di prima categoria vince una somma che potrà utilizzare per l’acquisto di una casa. Il premio di prima categoria dovrà essere di almeno 500mila euro (come per tutti gli altri premi del WFL e di altri giochi, sulle vincite superiori ai 500 viene applicata una tassa del 6%) da dividere però tra tutti i fortunati che centrano la combinazione vincente.

L’acquisto della casa dovrà essere effettuato entro due anni dalla vincita, nel caso in cui il valore dell’immobile fosse inferiore a quello del premio, il fortunato potrà acquistare anche più case. Per chi rinuncia al sogno, per scelta o per necessità, ci sarà una penalità. Il residuo della vincita, o eventualmente l’intero premio, potranno anche essere riscossi cash, ma in questo caso l'ammontare verrà decurtato. Il fortunato incasserà il 50% nel primo caso, il 20% nel secondo. Il resto confluirà nel fondo con cui vengono finanziati i premi di prima categoria. Per chi centra il 4, il 3 e il 2 ci saranno premi di consolazione. La vincita minima sarà attorno ai 10 euro, quindi circa il doppio della giocata base. Occhio alle probabilità: le chance di centrare il primo premio sono una su 658mila, quella di indovinare il 2 1 su 10. Praticamente è più facile che ottenere un mutuo.

di Sandro Iacometti
@sandroiacometti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sfeno

    05 Luglio 2014 - 02:02

    il fatto e' che l'italia e' piena di polli spennati che ancora sperano in qualche cosa .........ma questi politici fanno schifo.....l'agonia si accorcia

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    04 Luglio 2014 - 23:11

    E se uno la vince, chi paga le tasse che questi politici ladri stanno mettendo da tutte le parti, particolarmente sulla casa? Chi ? Renzi il "Pinocchio" che secondo 11 milioni di italiani ( a questo punto sarà da vedere se proprio 11 o meno) è l'incarnazione del politico più "ladro" che potevamo avere dopo Monti e Letta.

    Report

    Rispondi

  • milibe

    04 Luglio 2014 - 21:09

    ma smettiamo di prendere in giro le persone normali perché le altre rubano milioni di euro e restano impunite

    Report

    Rispondi

blog