Cerca

Verso l'Expo

Cantone vuole le carte degli appalti di Eataly

Oscar Farinetti

Oscar Farinetti

«È puro culo essere nati in Italia», aveva detto Oscar Farinetti, patron di Eataly lo scorso ottobre dal palco della Leopolda, parlando di biodiversità «è puro culo essere nati in questa nazione». Sarà per una questione di puro derrière che ad Eataly sono stati affidati, con aggiudicamento diretto, alcuni spazi dell’esposizione universale?  La faccenda non è chiara, almeno per il presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione (Anac) Raffaele Cantone, che ieri ha chiesto di poter visionare le carte che hanno portato all’aggiudicazione diretta di uno store di Expo 2015 a Eataly. Cantone vuole capire se le procedure si sono svolte in maniera corretta. «Eataly è una delle più note realtà nel mondo, dopo l’interrogazione parlamentare ho chiesto di vedere le carte», ha detto Cantone spiegando di essere abituato ad esprimersi «sulla base dei documenti». Sull’affidamento diretto a Eataly era stata infatti presentata un’interrogazione parlamentare di due deputati di Sel al ministro Maurizio Martina, responsabile delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, con delega ad Expo.  Il patron di Eataly non ci sta e annuncia perentorio: «Se continuano le polemiche di gente che non fa e che ha un sacco di tempo da perdere per criticare chi fa, noi ci ritiriamo senza problemi». E aggiunge: «Questo non è un affare sotto il profilo dei quattrini». 

Continua a leggere l'articolo di Chiara Pellegrini
su Libero in edicola oggi, sabato 20 dicembre
o acquista una copia digitale

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    21 Dicembre 2014 - 10:10

    Ohè, e questo mica ha finanziato Matteo per avere rotture di c....ni! Pensate, quando i moralmente superiori venivano a far lezione di morale ai beceri di dx, ora, al meglio tacciono, il re è nudo, il PD è nudo, nn c'è dubbio che il PD sia un partito d'affari tale e quale a FI con i suoi corrotti, corruttori, raccomandati e amici degli amici......

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    20 Dicembre 2014 - 23:11

    Il "cafone" furbetto molto legato se non sostenitore ufficiale di "Pinocchio" o viene trattato come tutti gli altri o credo che si potrebbe intravedere gli stessi argomenti evidenziati nello scandalo PD a Roma. Se poi minaccia di ritirarsi, vuol dire che ha qualcosa da nascondere per non nuocere a "Pinocchio". Ma ben venga il suo spontaneo ritiro. Il ricatto è la linfa occulta del PD

    Report

    Rispondi

  • afadri

    20 Dicembre 2014 - 13:01

    Questo Osacar Farinetti che ho visto bene in faccia in una recente intervista. mi sembra un po' birbante. E mi fermo a birbante.!

    Report

    Rispondi

  • alvit

    20 Dicembre 2014 - 13:01

    fora di bal e amen. Vorrà dire che lo spazio che abusavi per concussione con le menti contorte e ladrone del pd, saranno assegnate per merito e per concorso ad altri che pagano i dipendenti e non sono foraggiate da cooperative rosse o ammanicate con il pinocchio di governo. A casa, leccak@@o e sfruttatore.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog