Cerca

La beffa

Bologna, marito suicida per le tasse
ma Equitalia le chiede 60mila euro

Giuseppe Campaniello si era suicidato davanti all’Agenzia del fisco a Bologna, ora a Tiziana Marrone arriva la cartella

Equitalia

Il fisco non si frema davanti alla morte. Giuseppe Campaniello preso dalla disperazione si è suicidato a marzo dello scorso anno, dopo essersi dato fuoco davanti all’Agenzia delle Entrate di Bologna. L’artigiano aveva accumulato un debito con il fisco e non riusciva a pagare. Ma Equitalia  non si è arresa. E nonostante lui fosse morto, ha mandato alla vedova dell’uomo, Tiziana Marrone, una cartella esattoriale di ben 60mila euro, di tasse  riferite agli anni 2005-2007. La donna le avrebbe “ereditate” a causa della comunione dei beni con il marito. A darne notizia, il quotidiano Il Giorno, che racconta che quando la donna si è vista tra le mani la busta non ha creduto ai suoi occhi. Soprattutto perché, il direttore dell’Agenzia delle Entrate Befera, il 28 marzo 2012, giorno in cui il marito era agonizzante su un letto di ospedale, l’aveva tranquillizzata dicendole: “Siamo estremamente dispiaciuti, seguiremo attentamente questa situazione per non creare ulteriori problemi”. Ma dopo un anno ecco che arriva puntuale il conto del fisco. Alla faccia delle promesse...

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • zeptaja

    01 Dicembre 2013 - 10:10

    è inutile dar fuoco a equitalia..... ma quando la facciamo questa rivoluzione???? Una bella purga stile Stalin, depuriamo l'organismo Italia, e si ricomincia da zero!

    Report

    Rispondi

  • highlander5649

    01 Dicembre 2013 - 10:10

    TREMONTI ed il centrodestra al gran completo compreso fini che era ancora *dentro* il pdl! mi ricordo benissimo perchè come consulente ho letto i provvedimenti allor a emanati dal ministero finanze e puntualmente alcuni clienti morosi senza colpa per crisi. hanno ricevuto avvisi di equitalia per ganasce fiscali e esproprio immobiliare.e per poter lavorare o incassare una fattura anche minima occorreva il famigerato durc. se però il creditore malcapitato non aveva la possibilità di incassare come poteva versare tasse e contributi' allora tremonti e c. hanno creato un sistema di tipo mafioso *o paghi o sequerstriamo tutto* senza distinguere tra il debitore incallito o quello divenuto tale per crisi.. . grazie tremonti ! e poi la lega l'ha anche candidato all'ultime elezioni! questo andrebbe scuoiato pubblicamente in diretta tv!

    Report

    Rispondi

  • aldo delli carri

    01 Dicembre 2013 - 09:09

    anche befera, oltre a mastropasqua, potrebbe spendere altri 60.000,00 euro di medicine prima di morire con un tumore al panckreas....la campana suona per tutti...

    Report

    Rispondi

  • aldo delli carri

    01 Dicembre 2013 - 09:09

    anche befera, oltre a mastropasqua, potrebbe spendere altri 60.000,00 euro di medicine prima di morire con un tumore al panckreas....la campana suona per tutti...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog