Cerca

Vannoni&co

Stamina, il padre di una paziente: "Quando ho finito i soldi mi hanno detto fa' prostituire tua moglie"

Dopo aver speso circa 50mila euro in donazioni per sottoporre la figlia a un ciclo di 4 punture, la fondazione lo scarica così

Stamina, il padre di una paziente: "Quando ho finito i soldi mi hanno detto fa' prostituire tua moglie"

"Se non sei più in grado di pagare le cure per tua figlia, manda tua moglie a prostituirsi". E' così che si è sentito rispondere Nicola De Matteis, padre di una bambina nata con un'encefalopatia, da Marino Andolina, vicepresidente di Stamina Foundation. Ente al quale si era rivolto nella speranza di migliorare le condizioni della figlia, cui assenza di ossigeno durante il parto ha causato danni irreversibili, e col quale aveva concordato un ciclo di quattro iniezioni di cellule staminali costategli circa 50 mila euro. Oltre il danno (gli unici miglioramenti della figlia sono quelli frutto della riabilitazione e della crescita muscolare, "non di quella roba lì"), la beffa: nel momento della difficoltà, la fondazione cui si era affidato lo scarica, e in malo modo.

Truffato - A inidirizzare l'uomo verso il metodo Stamina (quello ideato da Davide Vannoni dopo un viaggio in Ucraina), è una parente. "Ci hanno assicurato che nostra figlia si sarebbe alzata e avrebbe camminato dopo la prima puntura", racconta De Matteis a la Stampa. Non si fida del suo interlocutore: "Ho avuto subito l'impressione di essere davanti a un imbroglione - è la sua ricostruzione -. Dicevo a mia moglie: se questa cura è così miracolosa perché lui ha ancora la bocca distorta?". Il dolore di una figlia malata, però, lo spinge, insieme alla moglie, ad andare avanti. Ma il ciclo di iniezioni, avvenute mentre la figlia è in cura anche presso ospedali pubblici, non sortiscno effetti. Il tutto a fronte di cospicue donazioni: "Macché donazioni - sbotta con il giornalista del quotidiano torinese - Vannoni ci ha presentato un vero tariffario, indicandoci la società alla quale avremmo dovuto effettuare il bonifico". Per sostenere le spese, De Matteis si indebita con le banche. Quando la disponibilità economica termina, l'uomo si rivolge al vicepresidente di Stamina. E sbatte contro un muro: "Se non hai i soldi, porta tua moglie a prostituirti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antonioarezzo

    03 Aprile 2014 - 10:10

    forse sarebbe meglio sentire tutte e due le campane prima di parlare...

    Report

    Rispondi

  • zefleone

    13 Gennaio 2014 - 17:05

    Se è vero quello che ha detto il signor Nicola.....quei due buffoni sono dei delinquenti. Io non ho seguito tutta questa problematica, perché ho capito da profano della cosa che è semplicemente una truffa. Ma che delle persone illudano altre persone in un momento di fragilità psicologica per problemi che hanno e danno una risposta simile....l'unica misericordia che bisogna avere nei loro confronti è la pena di morte. Ora mi domando: quei signori della giustizia (BR) dove sono? Forse perché non sono sufficientemente pubblicizzati come le veline? Dobbiamo solamente augurare che un giorno ai componenti della giustizia BR venga addosso un male incurabile e siano presi in giro da qualche altro ciarlatano.

    Report

    Rispondi

  • ixior

    13 Gennaio 2014 - 17:05

    la cosa mi ricorda una certa vanna marchi..

    Report

    Rispondi

  • cav.uff.

    13 Gennaio 2014 - 16:04

    ad indagare Vannoni ed Andolina ?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog