Cerca

Tutto in casa

Berlusconi, l'ultima idea: servizi sociali alla Fondazione Milan

"Ho 10 uomini di scorta, dove li mettiamo?". E così nello staff del Cav si fa strada un'ipotesi: un anno a fianco della figlia Eleonora

Berlusconi, l'ultima idea: servizi sociali alla Fondazione Milan

Un futuro a tinte rossonere per Silvio Berlusconi, anche ai servizi sociali. Il toto-affidamento registra ogni giorno una nuova entrata. Martedì, per esempio, era stato Lele Mora a "chiamare" il Cavaliere: "Vieni a scontare l'anno di servizi con me da Don Mazzi, in campagna". Prima ancora, c'era stato il pressing di Mario Capanna e Marco Pannella. Oggi, invece, è Francesco Bei su Repubblica a suggerire l'ultima idea venuta al leader del Pdl-Forza Italia: svolgere i servizi sociali legati alla condanna per il processo Mediaset praticamente "in casa", alla Fondazione Milan. La onlus, dove lavora la figlia Eleonora, si occupa di progetti di beneficenza e aiuto ai dsabili e porta in giro per il mondo il nome del club rossonero di cui Berlusconi è presidente. Un coup de theatre che sicuramente non preserverà il Cav da qualche battuta maliziosa e puntuta (visto il momento non proprio esaltante del Diavolo) ma che, è la convinzione di Berlusconi e del suo staff, potrebbe risolvere un problema logistico: "Io mi muovo con 10 uomini di scorta, dove li mettiamo?", ripete ai suoi. Farlo, come detto, "in casa", potrebbe aiutare. Di sicuro, l'ex premier ha optato per i servizi sociali conscio che anche a livello mediatico questa scelta sarebbe più redditizia rispetto ai domiciliari. Sempre che, è il timore nell'entourage, i giudici non decidano di stangare ancora una volt Berlusconi obbligandolo ai domiciliari respingendo la sua richiesta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Cosean

    09 Ottobre 2013 - 20:08

    è sicuramente una buona idea. Ma noi stiamo parlando di Berlusconi, non uno qualunque. Per cui sevizi sociali li affideranno nelle sue società... off-shore!

    Report

    Rispondi

  • IlBecchino

    09 Ottobre 2013 - 16:04

    Ancora mi sovvien di quella sera Quando, accedendo al sito di un giornale Conobbi Ciannosecco ed Unghianera E mi sembrò già giunto il Carnevale Parean costoro intimi sodali D’una violenza invero plateale Spacciandosi per veri liberali Scagliavan motti trucidi e sboccati Qual ratti e acuminati strali Contra li innocui lì malcapitati Sinistri d’opinione differente Da quella dei destri assai plagiati La prima cosa che mi venne in mente Fu di studiar la psiche di costoro E a ciò mi accinsi immantinente Dopo aver letto pochi scritti loro Fu chiaro al mio genio illuminato Sì com’è chiaro sovra torba l’oro Ch’era il cervello loro spappolato Ma non potei far loro colpa alcuna La colpa fu di quel destino ingrato Che feceli così già nella cuna

    Report

    Rispondi

  • aresfin

    aresfin

    09 Ottobre 2013 - 16:04

    Caro demente, Berlusconi andrà il galera quando a te daranno il Nobel per l'intelligenza..........

    Report

    Rispondi

  • albinoalbanofree

    09 Ottobre 2013 - 15:03

    Solo in un'Italia sinistrata dove , sembra un bisticcio di parole, c'è una sinistra "sinistrata" si può parlare di idee balzane perché proprio questa sinistra "sinistrata" è stata la causa dei guai a cominciare dal sei politico o diciotto politico per gli studenti medi ed universitari come il voler conservare gli scatti di contingenza con refwerendum fallito. Per venire ai tempi di oggi con la lotta politica contro un avversario da abbattere a tutti i costi , il Cav, dandogli torto anche se ha ragione. Se l'Italia è alla deriva colpa di questi esponenti della "sinistra idiota" incapace di elaborare idee

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog