Cerca

Nodo Porcellum

Napolitano: "Non si vota"
Dà una mano a Monti e una mazzata a Grillo

Il Quirinale smentisce le indiscrezioni: "Non ci sono condizioni né motivazioni plausibili per le elezioni anticipate". Dipende tutto dalla legge elettorale...

Napolitano: "Non si vota"
Dà una mano a Monti e una mazzata a Grillo

 

Voto anticipato? No, grazie. Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano respinge con forza le indiscrezioni di stampa secondo cui il Quirinale si sarebbe "rassegnato" a far cadere il governo Monti (con il consenso dello stesso premier), a sciogliere le camere  e indire elezioni anticipate. "Non si coglie il senso del parlare a vuoto di elezioni anticipate - si legge nella nota del Colle - non essendone presentate le condizioni e non emergendo motivazioni plausibili".

Nodo Porcellum - Tutto in realtà gira intorno alla riforma della legge elettorale. Una riforma che non è mai stata tanto lontana, e paradossalmente perché i partiti l'intesa l'hanno trovata, sì, ma sul Porcellum. Al Senato la trattativa sulla riforma procede a rilento e a ragion veduta: tutti, dal Pdl al Pd, passando dall'Udc e dalla Lega, si stanno convincendo che l'attuale sistema elettorale sia il migliore per andare al voto, il prima possibile. Si tratta di intendersi sul premio di maggioranza, che Napolitano vorrebbe cambiare e rendere più uniforme alle indicazioni della Corte Costituzionale. In questo panorama, le liste bloccate e le preferenze sono un dettaglio. Il senatore centrista D'Alia, rivela Francesco Verderami sul Corriere della Sera, ha proposto un premio di maggioranza alla coalizione che supera il 40% e un mini-bonus di seggi al partito che ha ottenuto la maggioranza relativa. Ipotesi che piace soprattutto a Napolitano, perché la soglia del 40% in un panorama di grave frammentarierà politica è assai difficile da raggiungere e blinderebbe di fatto il ricorso al Monti-bis, penalizzando al tempo stesso i partiti-mina vagante, Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo in testa. Non a caso, l'Udc per prima spinge per questa riforma nonostante i malumori del Partito democratico. In questo senso, rinviando le ipotesi di voto anticipato, Napolitano ha messo con le spalle al muro i partiti: la legge elettorale si deve fare, senza scorciatoie. Solo con un "anti-Porcellum", infatti, il Quirinale assicurerà all'Italia partiti divisi e governo stabile. Un controsenso? No, perché la chiave è il Monti-bis.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • stres

    05 Novembre 2012 - 10:10

    Almeno tù ! Tutto in realtà gira intorno alla riforma della legge elettorale, Vogliamo i nostri parlamentari puliti al 100%, devono dare l'esempio, altro che 2 anni di condanna. Neanche un giorno devono avere. Pubblicazione obbligatoria del certificato penale, del casellario giudiziario e del patrimonio personale fino al quinto grado di parentela. E per chi è stato reso incandidabile ingiustamente, paga di tasca sua il magistrato un congruo risarcimento a 6 cifre! CARO PRESIDENTE mi dispiace dirtelo vali meno di niente, ma forse neanche per colpa tua! Ma io alla tua veneranda età uno sfizio me lo prenderei, andrei in Parlamento a camere riunite, e sè è vero quello che pensavano molti italiani di tè, glie ne canteri quattro! Tipo ! E' ORA DI CAMBIARE! RINUNCIATE A TUTTO PER IL BENE DELL'ITALIA, IN PRIMIS A STA BANDA DI LADRONI CHE TUTTO VOI AVETE PORTATO IN PARLAMENTO!! Ma caro Presidente, credo che lei non abbia ne le palle e nè la testa per poter interpretare "la disperazione" .

    Report

    Rispondi

  • liberoblog

    05 Novembre 2012 - 07:07

    Le sinistre hanno occupato in pianta stabile il Quirinale. Non ci toglieremo mai queste zecche con le buone, l'unica è la dissoluzione dell'Italia e il default. Quanto prima tanto meglio. Monti è arrivato per fare l'esattore delle banche, i conti sono impietosi e indicano che il professor senatoravita dottor rettor (e tutti i titoli che più fantozzianamente gli si addicono) Monti Mario o è un perfetto incapace o ci sta dissanguando a bella posta. Ci ha alzato le tasse in modo spaventoso, il rapporto deficit/PIL schizzerà a 127% dal 120% di prima, disoccupazione, depressione economica. Gli unici che stanno bene sono i politici e i banchieri. E poi la menano con "è colpa degli evasori fiscali!". No, è colpa di chi dilapida i nostri soldi.

    Report

    Rispondi

  • biri

    04 Novembre 2012 - 19:07

    Il mondo è pieno di padri costituenti. Un po' come l'Italia è piena di allenatori della Nazionale (più che l'Italia, ne sono pieni i bar). Ci dica, signor paolo44, quale Costituzione scriverebbe lei, se sapesse scrivere ovviamente. Ci dica, parola per parola, articolo per articolo, cosa non le piace della Costituzione che abbiamo e che lei, ovviamente, non ha mai letto. Ci dica, vecchio fascista, perché dovremmo dare retta a lei che, da buon bevitore al bar, rinnega le radici stesse della nostra repubblica. Una prece.

    Report

    Rispondi

  • Kaimano66

    04 Novembre 2012 - 18:06

    Hai paura delle elezioni cosi' ti prendono a calci nel culo?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog