Cerca

Ultimatum padano

Lega Nord, il piano di Matteo Salvini: l'8 novembre via al partito unico del centrodestra. Chi ci sarà, come si chiamerà

Lega Nord, il piano di Matteo Salvini: l'8 novembre via al partito unico del centrodestra. Chi ci sarà, come si chiamerà

A Repubblica l'hanno già definito il "predellino leghista". Tra un mese, per la precisione l'8 novembre, Matteo Salvini "scioglierà" la Lega Nord e fonderà il nuovo partito unico del centrodestra, un po' come fatto da Silvio Berlusconi a piazza San Babila, a fine 2007, quando fondò un po' a sorpresa il Pdl. Corsi e ricorsi storici: oggi proprio Berlusconi dovrebbe decidere se starci o meno, un ultimatum padano che aprirebbe scenari inediti. 

Nuovo partito, nuovo nome - Il palco su cui potrebbe nascere "l'anti-Pd" sarà quello di Bologna, momento conclusivo della tre giorni di "sciopero sociale" contro il governo di Matteo Renzi. La strategia del segretario leghista, secondo Repubblica, è chiara: con l'Italicum occorre ragionare in termini di lista e conseguente premio. Per questo Salvini starebbe pensando a un "listone" che inglobi i vari soggetti del centrodestra, da Fratelli d'Italia alla Destra, passando se possibile per Forza Italia. "Per il momento - scrive Carmelo Lopapa - l'unica cosa certa è che il nome conterrà la parola Lega". Tra le opzioni in campo le quasi obbligate "Lega Italia" o "Lega degli italiani", buon punto di partenza per suggestionare elettori, simpatizzanti e delusi di Forza Italia.

Obiettivo Sud - Il passo avanti rispetto alle "alleanze" sarebbe notevole. "Sono disponibilissimo a ragionare con Berlusconi e Fi ma partendo dalle nostre proposte e senza marmellate", spiegava Salvini a Radio Padania nelle ultime ore. Attraverso il partito unico del centrodestra a trazione leghista, Salvini conta anche di riprendere a correre al Sud, dove l'affermazione di Noi con Salvini è stata finora al di sotto delle attese e non consente alla Lega di coltivare sogni "nazionali". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Achillea63

    04 Ottobre 2015 - 23:11

    sembra di leggere un comunicato stampa di berlusconi

    Report

    Rispondi

  • simone.martini100

    30 Settembre 2015 - 19:07

    Sarebbe una bellissima idea...il popolo di centro destra ha bisogno di una cosa nuova ..per stimolare gente delusa da vecchio pdl e dai suoi elettori.MI PIACE...GRANDE CAPITANO

    Report

    Rispondi

  • eziocanti

    30 Settembre 2015 - 11:11

    Nuovo nome:Lega Democratica Italiana; Programma base:togliersi il cappio che banche e grande finanza hanno messo al collo del PD-ota,diminuire le tasse ormai diventate insostenibili,diminuire la spesa di governo e burocrazia,abolire il Senato e diminuire il n°dei parlamentari a 250 con limite di mandato,approvare una legge che controbilanci i poteri di questa giustizia malata,prima gli italiani.

    Report

    Rispondi

  • sebin6

    29 Settembre 2015 - 19:07

    la DESTRA, quella vera del ventennio, era per uno stato unitario e centralizzato; nessuna autonomia o decentramento, governato dal potere centrale tramite i prefetti. I separatisti leghisti, primo bossi e poi maroni sarebbero finiti al confino in qualche isola sperduta.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog