Cerca

Prime crepe nel M5S

I grillini vogliono Camera O Senato
(e mandare in carcere Silvio)
Prove di dialogo con il Pd

Beppe Grillo

Mentre proseguono alla Camera le procedure di accreditamento dei neo-parlamentari, mentre si pensa a venerdì quando dovranno essere eletti i presidenti di Montecitorio e di Palazzo Madama. E vanno avanti  le "prove di dialogo" tra il Pd e il Movimento Cinque Stelle. Nonostante i ripetuti no di Grillo, il segretario Pd Bersani va avanti per la sua strada. Oggi, martedì 12 marzo, ci sarà il primo incontro ufficiale tra centrosinistra e grillini. Al centro dell'incontro lo stesso tema. Bersanichiede un'alleanza in vista della formazione del governo e sarebbe disposto anche a cedere la presidenza di una delle due Camere. Una prima apertura sembra esserci nelle parole di  Vito Crimi, capogruppo del M5S al Senato, che a proposito della presidenza della Camera dichiara: '''Se vogliono darcela, noi diciamo grazie''. Intanto avanza altre richieste che smentiscono le previsioni su grillini poco interessati a partecipare alla vita istituzionale nel suo complesso: ''Ci aspettiamo un questore e un vicepresidente alla Camera, un questore e un vicepresidente al Senato. Le regole sono contorte, sono fatte in modo che non ci tocchino. Dovremmo fare degli accordi ma noi non li faremo. La sovranità popolare è  stata espressa e questo quindi è quello che ci aspettiamo''. Oltre ai due questori e ai due vicepresidenti di Camera e Senato, al M5S potrebbe andare la presidenza o del Comitato sui servizi segreti (Copasir) o della commissione di Vigilanza parlamentare sulla Rai, cariche che spettano per prassi alle opposizioni in quanto ritenute ''di garanzia''.

"Ascoltiamo e basta"  E la capogruppo Roberta Lombardi su Facebook anticipa la linea che terranno durante l'incontro:  "Ho letto TUTTI i vostri suggerimenti. Grazie. Mi avete confermato nella nostra idea di andare ad ascoltare e basta", ha spiegato la Lombardi su Facebook . "Noi non facciamo scambi di poltrone ma ci aspettiamo che il voto di 8.000.000 di nostri concittadini sia tenuto da conto. Abbiamo proposto ieri di fare l'incontro a porte aperte e alla presenza della stampa ma il PD ha declinato l'invito. Vi racconteremo dopo quello che si è detto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • noinciucio

    13 Marzo 2013 - 16:04

    oltre che patetico e frustrato, sei anche sfigato, povero diavolo che pena mi fai!

    Report

    Rispondi

  • noinciucio

    13 Marzo 2013 - 15:03

    per fossog-allora si prepari a tornare all'età della pietra! ma lo ha letto quello che loro chiamano "programma"? penso di no!

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    12 Marzo 2013 - 17:05

    quasi certa la svolta di Grillo insieme con il PD. E' da un pezzo che questa probabilità ci frulla in testa. Siamo preparati anche che Grillo farà tutto ciò che vuole il PD. Il m5s non sarà più il movimento che rappresenta la protesta del Paese. Ma la protesta degli italiani come strumento per arrivare al potere e fregarsene poi di loro.Come sarà la reazione del popolo grillino.

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    12 Marzo 2013 - 17:05

    quasi certa la svolta di Grillo insieme con il PD. E' da un pezzo che questa probabilità ci frulla in testa. Siamo preparati anche che Grillo farà tutto ciò che vuole il PD. Il m5s non sarà più il movimento che rappresenta la protesta del Paese. Ma la protesta degli italiani come strumento per arrivare al potere e fregarsene poi di loro.Come sarà la reazione del popolo grillino.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog