Cerca

La mossa a sorpresa

Sicilia, Crocetta abolisce le province
e i grillini festeggiano con il Pd

Il taglio è passato in aula all'Ars con il voto di M5S, democratici e Udc. Contrario il Pdl. La regione risparmierà 50 milioni di euro. Annullate le elezioni provinciali di maggio

Rosario Crocetta

Rosario Crocetta

Noi siamo più grillini dei grillini. Il mantra del Pd è questo. Così se a Roma Grasso e Boldrini si tagliano gli stipendi a Palermo Rosario Crocetta taglia le province. Il centrosinistra siciliano porta a termine uno dei punti del programma che sta più a cuore al M5S. La giunta Crocetta, forte del suo Statuto Speciale, è riuscita con disegno di legge a tagliare le 9 province dell'isola. Il provvedimento è stato votato con 25 sì e 28 no. A favore hanno votato anche i deputati grillini, che parlano di vittoria del “modello Sicilia”, rilanciando dunque l’alleanza, non formale ma sui contenuti, che piace tanto al loro leader Beppe Grillo. Contrario all’abolizione delle Province, il Pdl che puntava sul mantenimento degli enti e la riduzione dei costi. Insomma dall'Ars arriva un segnale chiaro al M5S: il Pd può governare con voi. L'operazione porterà un risparmio di 50 milioni di euro alle casse siciliane. La riforma prevede che entro il prossimo 31 dicembre il Parlamento approvi una nuova legge per regolamentare i liberi consorzi, prevedendo fin da ora però l’elezione di secondo livello dei componenti. "L’abolizione delle Province era un punto del nostro programma, abbiamo rispettato l’impegno preso con i cittadini", dice il capogruppo dei grillini all’Ars, Giancarlo Cancelleri. Particolarmente soddisfatto è il presidente Crocetta: "E' stata una vittoria del governo e della maggioranza". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • libero42

    20 Marzo 2013 - 21:09

    L'abolizione delle province non era uno dei punti promessi e martellati in decine di trasmissione da tutti i partiti, e in special modo dal Pdl? Si rivela qui che era un'altra balla, come il rimborso dell'IMU. Buffoni.

    Report

    Rispondi

  • eovero

    20 Marzo 2013 - 20:08

    guardatelo bene mentre si accende la sigaretta, cerca di capire se il pacco gli è riuscito!!

    Report

    Rispondi

  • eovero

    20 Marzo 2013 - 20:08

    alla gente interessa poco che ci siano o non ci siano le province!! basta che i costi diminuiscano.sono le spese che devono sparire!!è in Sicilia con o senza province i costi resteranno quello che sono.

    Report

    Rispondi

  • ciprino

    20 Marzo 2013 - 19:07

    ..." si poteva cercare di cambiare le leggi e le procedure, sempre imperfette e sempre perfettibili, ma il rispetto della legislazione era garanzia della vita civile di Roma e costituiva il segno distintivo dello spirito romano rispetto alle civiltà dove non esisteva il cittadino, ma il suddito oggetto dell'arbitrio e del sopruso delle autorità". Saluti

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog