Cerca

Il futuro azzurro

I falchi a Silvio: "Spacca Pdl e governo"
Feltri e Ferrara si arruolano

Berlusconi tentato di far cadere l'esecutivo sulle tasse. Il consiglio dei due giornalisti: "All'opposizione saresti intoccabile"

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

Manca meno di una settimana al Consiglio Nazionale e all'interno del Pdl la tensione è massima con Silvio Berlusconi tirato per la giacchetta affinché risolva i problemi tra le due fazioni con delle decisioni che viste da entrambe le parti potrebbero avere conseguenze drammatiche. L'obiettivo dei  filogovernativi è trovare un'intesa con il Cav che eviti uno scontro all'ultimo voto in Consiglio Nazionale. Da parte loro i falchi, intenti a raccogliere le firme che chiede la costituzione di una struttura da affiancare al leader con l'obiettivo di tagliare le gambe ai governativi, premono su Berlusconi affinché faccia cadere l'esecutivo Letta sul tema delle tasse. A dar loro manforte questa mattina sono scese in campo due firme "indipendenti" sulle colonne del Giornale.
Vittorio Feltri sostiene che da capo dell'opposizione Berlusconi diventerebbe intoccabile. Quindi il consiglio: si separino subito a vantaggio del vecchio leader. Il ragionamento del fondatore di Libero è questo: "Una parte cospicua del Pdl deve uscire senza indugi dalla maggioranza delle larghe intese smettendo di appoggiare l'esecutivo più insulso della storia repubblicana. Il Cavaliere, prima che tutto precipiti deve assolutamente diventare il capo dell'opposizione e battersi con foga contro Letta e i lettini". Questa mossa, per Feltri, "è necessaria per salvare il fondatore dell'unica forza antagonista della sinistra". La tattica è chiara: "Quale figura farebbe l'Italia se si sbarazzasse del leader della minoranza parlamentare azionando leve giudiziarie che puzzano di tribunale speciale'". "Se invece Berlusconi con il suo Pdl", conclude Feltri, "appoggia il governo che lo sbatte in galera, significa che collabora con i propri aguzzini. Meglio che crepi Sansone con tutti i filistei".
Sulla stessa lunghezza d'onda Giuliano Ferrara. Secondo il direttore del Foglio si deve votare subito: meglio in minoranza che nel governicchio. L'Elefantino sostiene che "il voto risolverebbe al meglio i problemi. Berlusconi oggi sarebbe più rispettato e temuto come capo dell'opposizione a un governicchio transfuga o come capo d'ala dell'elettorato in mobilitazione che come strano soggetto e interlocutore di una maggioranza che ha deciso di prescindere da lui, come se i suoi casi fossero un fatto personale". "Forza", esorta Ferrara concludendo il suo editoriale, " fuori dalla corte del capo, che si mettano quelli ancora vivi in pasto a un Paese in crisi per tirare fuori la sua unica ricchezza, idee e propositi non superstiziosi, non flessibili, per riscattare questa mortifera palude".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alejob

    13 Novembre 2013 - 11:11

    tu devi essere un ignorantello che non hai mai avuto a che fare con personaggi diciamo di potere. Chi ti scrive ti può cofermare, se vuoi con nomi e cognomi, che Berlusconi è forse l'ultimo degli Evasori. Ho avuto a che fare con più Avvocati, Notai e nessuno mi ha mai fatto una ricevuta per il compenso ricevuto. Nella grande Romagna patria della RETTITUDINE, Carlino del 25 Agosto 2013 : Guardia di Finanza, Scovati 70 EVASORI TOTALI per un IMPORTO di 76 dico (SETTANTASEI MILIONI) nei PRIMI SETTE MESI DEL 2013. Tu hai mai saputo di questi personaggi che fine hanno fatto ?. Parlando giorni orsono con un Direttore di Banca, mi sai dire in quale Regione è la sesta città Mafiosa Italiana con più evasione ? Bianca, Rossa o Verde. Caro Frenki prima di scrivere cazzate informati. Se tutti in Italia sarebbero EVASORI come Berlusconi l'Italia sarebbe il paese più ricco d'Europa. Perchè non vai a lavorare nalla Banca UBS di Zurigo come ti scrive e conosci i VERI EVASORI, chi sono e quanti MILIARDI

    Report

    Rispondi

  • Frenki

    12 Novembre 2013 - 15:03

    Ma davvero abbiamo bisogno di questa taskforce inneggiante al Berlusca delinquente (ma innocente!!) per difenderci dal comunismo imperante o da una sinistra imbelle ? Beh stento a crederci! Che il centrodestra abbia bisogno di un personaggio così evidentemente corruttore, evasore, bugiardo, venditore di fumo per difendere le idee liberali è incredibile e vergognoso. Non possiamo cadere così in basso. Non è possibile o credibile che la maggioranza del paese, per difendere le proprie idee di sviluppo del paese abbia bisogno di questa classe politica di nominati, inguaiati fin sopra i capelli per corruzione, malversazione e via di seguito. Decidiamoci una buona volta di spazzare via questo sudiciume che ci stà sommergendo !!!

    Report

    Rispondi

  • Renatino1900

    11 Novembre 2013 - 12:12

    veramente di rincoglioniti qui ci siete solamente voi. e lo dimostrate quotidianamente collezionando figure di merda a profusione. ignorante di un pompettaro del cazzo! ma quando finalmente il tuo idolo delinquente se ne andrà in galera, ma più probabilmente agli arresti domiciliari dato che qui solo i poveracci come te ci vanno, ci saremo liberati di uno dei personaggi più indegni del Paese: il nano ebreo da Harcore, quello che era solito organizzare orgette anche con prostitute minorenni, fra una frode e l'altra! COGLIONE!

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    11 Novembre 2013 - 12:12

    Lui è caduto e decaduto. Aspettiamo le ''carte'' dagli USA. Le Poste USA funzionano male: impiegano anni a portare le ''carte''. Dopo, si giocherà a tresette

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti