Cerca

ORIENTALZHEIMER

Torino: la mappa dei servizi
per le demenze e l’Alzheimer

Arriva grazie ‘OrientAlzheimer’ la prima mappatura online dei servizi disponibili a Torino per i malati di Alzheimer e altre demenze. Un concreto aiuto di orientamento per pazienti e caregiver

0
Torino: la mappa dei serviziper le demenze e l’Alzheimer

L’Alzheimer colpisce 50 milioni di persone nel mondo, 600 mila soltanto in Italia. Quali sono i primi sintomi della malattia? A chi devo rivolgermi e dove devo andare? Quali sono i servizi a disposizione? Che cos'è l'UVA? A quali esami verrò sottoposto? Quali sono i tempi di attesa? Queste sono alcune delle domande a cui si trova di fronte chi affronta la malattia di Alzheimer e le sue conseguenze: 'Infine Onlus' ha creato 'OrientAlzheimer', uno strumento di semplice consultazione per ottenere risposte immediate ai dubbi che sorgono nella fase iniziale della malattia e conoscere i servizi disponibili a Torino. 'OrientAlzheimer' – primo e unico progetto del genere per ora esistente che può diventare una best practice per altre città – si consulta online su http://www.infine.it/alzheimer-demenze/orientamento-alzheimer/ e si compone di due parti: la mappatura completa di Unità Valutativa Alzheimer (UVA) e Centri Unificati di Prenotazione (CUP) divisi in base alle Asl e ai distretti della città di Torino completi di indirizzi e numeri di telefono e un video che affronta i temi con i quali più frequentemente le persone si rivolgono a ‘Infine Onlus’ in cerca di aiuto:

La differenza tra Alzheimer e demenza
I primi sintomi della malattia
A chi rivolgersi in caso di sospetta demenza
I primi esami
Visita Neurologica
Valutazione Geriatrica
L'Unità Valutativa Alzheimer (UVA)
Valutazione Psichiatrica

Il video, della durata di pochi minuti, offre le informazioni necessarie a organizzare le prime azioni di controllo e diagnosi e a capire come accedere ai servizi sanitari. La neuropsicologa Stefania Bragato, con linguaggio colloquiale, introduce alla conoscenza delle malattie di demenza e facilita la presa di coscienza, da parte dei malati e dei loro familiari, delle opzioni di assistenza e cura. Lo studio e la creazione di questo strumento di orientamento fa parte della mission con la quale 'Infine Onlus' opera nell’ambito dell’assistenza sociale: oltre al sostegno diretto alle persone, svolge infatti attività di studio e ricerca, come spiega la presidente e fondatrice Marina Sozzi “Nello sviluppo del lavoro sociale riguardo all’Alzheimer ci poniamo costantemente l’obiettivo di apportare anche un contributo culturale e di sensibilizzazione. In questo caso abbiano notato come la mancanza di fonti informative complete e accessibili crei sovente notevole ansia nei malati e nei loro familiari. Per questo, con il sostegno della 'Fondazione Specchio dei Tempi', abbiamo pensato di realizzare uno strumento di orientamento semplice e innovativo”. Nell’ambito del progetto ‘Prendiamo l’Alzheimer per mano’ – a Torino e in Val di Susa – 'Infine Onlus' svolge inoltre le seguenti attività a sostegno dei malati di Alzheimer e delle loro famiglie:

- Formazione specifica per i volontari che offrono sostegno a domicilio alle famiglie con malati di demenza

- Gruppi di informazione e sostegno condotti da un neuropsicologo (Torino e Val di Susa) per i familiari di malati di demenza

- Gruppi di stimolazione cognitiva per malati di demenza (Torino e Val di Susa), che si svolgono nello stesso orario e luogo dei gruppi dedicati ai familiari

- Alzheimer Caffè itinerante in Val di Susa. (EUGENIA SERMONTI)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media