Cerca

Rivelazione e polemiche

Calcio, Sassi: "Moviola falsata, il gol di Turone era in fuorigioco"

Il mitico "moviolista" della Domenica sportiva rivela il retroscena su quel Juve-Roma del 10 maggio 1981: "Nella Capitale con un marchingegno particolare modificarono le immagini"

Calcio, Sassi: "Moviola falsata, il gol di Turone era in fuorigioco"

 

di Giuseppe Pollicelli

"Ma è una storia vecchia di trent’anni", protesta simpaticamente Carlo Sassi. Non sa, questo signorile giornalista tifoso della Cremonese, il quale ha il merito o la colpa (dipende dai punti di vista) di avere introdotto nel 1967 la moviola in Italia, che per centinaia di migliaia di tifosi, specialmente a Roma, il gol annullato dall’arbitro Bergamo al difensore giallorosso Maurizio Turone durante una sfida al vertice tra Juventus e Roma è storia ancora attualissima, come se fosse accaduta non trent’anni (trentadue, per la precisione, era il 10 maggio 1981) ma trenta giorni fa. 


 


Il gol di Turone appartiene alla mitologia del calcio italiano: è considerato una delle prime prove certe delle ruberie juventine, c'è chi gli ha dedicato un libro (Er go' de Turone di Massimo Zampini, noto opinionista romano di provata fede bianconera) e a Roma molti bambini lo citano sapendo solo vagamente di cosa si tratti ma senza che gli passi per la testa discuterlo, trattandosi di un dogma tramandato dai padri. Invece, un po’ di giorni fa, proprio una voce autorevole come quella di Carlo Sassi è giunta a infrangere certezze che parevano di granito. 

Durante la puntata del 24 febbraio della trasmissione di Radiodue Rai Circo Massimo, Sassi, dinnanzi a un interdetto Massimo De Luca, ha affermato: "La moviola dimostrò che il gol era irregolare, che Turone era oltre Prandelli (all'epoca difensore della Juve, ndr), poi però a Roma con un marchingegno particolare dimostrarono che invece non era in fuorigioco, il che non era vero". Stranamente, quest'esplosiva dichiarazione era passata inosservata, ma lunedì qualcuno l'ha rilanciata su Internet e ora il caso è esploso.

Sassi, come andò? 
"Noi che ci occupavamo della moviola, dato che solitamente all'epoca si disponeva di un'unica inquadratura (obliqua e dall'alto), sapevamo che quel particolare punto di vista (lo stesso da cui è stato immortalato il gol di Turone) falsava di parecchio - addirittura fino a due metri - la reale dinamica dell'azione. Se lei fa un esperimento a casa sua con una telecamerina può verificare di persona che con la prospettiva funziona così. Era quindi pacifico che quella di Turone fosse una posizione di offside, e il guardalinee della partita, giustamente, come tale la valutò, segnalandola a Bergamo che annullò la rete".
Nel 1981 quante erano le telecamere della Rai che riprendevano un incontro?
"A seconda dei casi, si andava da una sola telecamera a un massimo di tre per le partite di cartello. Due erano collocate in basso, vicino alle porte, e una in alto, in corrispondenza del centrocampo. Oggi di telecamere ce n'è una ventina e tutto viene mostrato in tempo reale. La moviola post partita, in effetti, non serve più a nessuno se non a coloro che il match se lo sono visto allo stadio".
Come e da chi il gol di Turone venne spacciato per regolare?
"Questa lettura non corretta venne accreditata negli ambienti della Rai di Roma, io stavo a Milano. Ricordo che non fu tirata fuori subito ma qualche tempo dopo il verificarsi dell’episodio. Mi pare attorno al 1983, quando Roma e Juve si disputarono di nuovo lo scudetto, conquistato in quel caso dai giallorossi".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pepo

    21 Marzo 2013 - 08:08

    credo Ameri in diretta che disse in modo molto soft,annullato il gol della ROMA per un nettissimo fuorigioco,poi la sera alla DS vedendo l'azione non era nettissimo e forse neanche irregolare. Poi negli anni a seguire ho visto Del Piero e Vialli molto robusti per un po di tempo, poi ho visto Moggi come aggiustava le partite,poi ho visto Conte sulle scommesse, allora mi sono chiesto vuoi vedere che questi barano

    Report

    Rispondi

  • giggino1977

    21 Marzo 2013 - 00:12

    rubentus ladroni di sistema, da sempre.

    Report

    Rispondi

  • mistercaso

    20 Marzo 2013 - 20:08

    ....sono proprio tarati!Se a dire queste cose fosse lo Spirito Santo e non carlo sassi lo taccerebbero di essere moggiano!

    Report

    Rispondi

  • BER40

    20 Marzo 2013 - 17:05

    "Sassi è stato tempestivo e dettagliato(un marchingegno particolare truccato dalla redazione romana...). In attesa che tutta la redazione romana della Rai venga rintracciata nei vari ospizi, giardinetti, case di riposo e licenziata a posteriori fremo nell'attesa dell'annuncio che Moggi in realtà sia finalmente riconosciuto come un ultrà della Roma infiltrato nella Juventus per infangarne il buon nome..."

    Report

    Rispondi

blog