Cerca

La manina dei mercati

Spread alle stelle, sfonda quota 200: la finanza non vuole Paolo Savona

25 Maggio 2018

2
Spread alle stelle, sfonda quota 200: la finanza non vuole Paolo Savona

Contro il nascente governo di Giuseppe Conte si muovono mercati e finanza. All'apertura delle contrattazioni di oggi, venerdì 25 maggio, lo spread è nuovamente schizzato verso l'alto, toccando quota 202 punti base, per poi ripiegare a 199 punti. Il rendimento dei titoli è al 2,451 per cento. Si tratta dei massimi da mesi a questa parte. E, soprattutto, si tratta di un chiaro messaggio della finanza a questo governo. A "turbare" lor signori, in particolare, la possibile nomina del no-euro Paolo Savona all'economia, ipotesi contro la quale si schiera Sergio Mattarella. Ma Matteo Salvini, a Savona, non vuole rinunciare.

Leggi anche: Banche nel mirino, ecco quali istituti rischiano

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Napolionesta

    25 Maggio 2018 - 11:20

    fuori dal UE subito, ci trattano come dei pezzenti.

    Report

    Rispondi

  • Italia_Libera

    25 Maggio 2018 - 10:39

    Ricatto sistematico d' élite liberali e marxiste che sono in carica. Esse boicottano la democrazia ogni volta che ne hanno voglia. E ne hanno voglia ogni volta che i partiti nazionalisti sono vicini a prendere il potere. Bell'affare essere ricattati economicamente,e' un embargo di interessi finanziari, contro l'Italia, come e' stato fatto nel 2011!

    Report

    Rispondi

"Ecco chi sono i veri sciacalli". Coronavirus, Bechis inchioda Conte & Co: il video clamoroso

Coronavirus, la risposta dei ragazzi veneti alla giornalista: "Paura? No, noi abbiamo l'alcol. Ci proteggerà"
Coronavirus, l'annuncio di Attilio Fontana: a quanto sono arrivati gli infetti in Lombardia
Coronavirus, l'allarme del professore Ippolito: "È una guerra che vogliamo combattere"

media