Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nantes, il piromane della cattedrale è un clandestino africano: "Ho dato io fuoco alla cattedrale"

  • a
  • a
  • a

Ha confessato davanti al magistrato che lo interrogava di essere l'autore dell'incendio che il 18 luglio ha danneggiato la cattedrale di Nantes il volontario della diocesi arrestato ieri per la seconda volta. L'uomo, un richiedente asilo ruandese di 39 anni arrivato in Francia alcuni anni fa, e' stato fin da subito il principale sospettato: era il responsabile della chiusura della cattedrale la sera prima del disastro. La polizia lo aveva preso in custodia la prima volta il 18 luglio per poi rilasciarlo il giorno dopo. Il 39enne è stato arrestato sabato mattina dopo che la polizia aveva notato contraddizioni nella sua prima versione dei fatti.

 

Secondo quanto riferito dalla Procura, la scorsa settimana il ruandese, il cui permesso di soggiorno era scaduto nel 2019, aveva chiesto di essere regolarizzato e aveva inviato richieste di aiuto via mail a diversi membri della diocesi, dopo che in varie occasioni gli era già stato negato lo status di rifugiato. Secondo la Procura, ora rischia una condanna fino a 10 anni e una multa di 150.000 euro.

 

Dai blog