Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Marco Travaglio, la vergogna in prima pagina: il Cav e Borsellino ucciso, dove arriva il Fatto quotidiano

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

Un altro giorno di festa per Marco Travaglio, che quando si parla di trattativa Stato-mafia è sempre in agitazione. Giovedì sono state pubblicate le motivazioni della sentenza della Corte d'Assise di Palermo (condannati gli ufficiali del Ros, tra cui Mori, Marcello Dell'Utri, e i mafiosi Bagarella e Cinà), proprio nel giorno del 26° anniversario dela strage di via D'Amelio e il Fatto quotidiano dedica oggi una bella prima pagina con foto ad effetto: le macchine di Paolo Borsellino e la sua scorta incenerite e, in primo piano effetto-boss, un bel fotomontaggio con Mori, Dell'Utri e, guarda caso, Silvio Berlusconi. Motivo? "B. pagò i boss anche da premier, finanziò la mafia fino al 1994. Graviano ricorda di averlo incontrato". "Non c'era miglior modo di ricordare" quella strage, ironizza Travaglio. Già, buttandola in politica, uno dei più classici dei suoi colpi bassi.

Dai blog