Cerca

L'ex governatore

Roberto Formigoni, dopo la foto smagrito la pietà: i giudici gli concedono i domiciliari

22 Luglio 2019

4
Roberto Formigoni

I giudici del Tribunale di Sorveglianza hanno concesso i domiciliari a Roberto Formigoni, l'ex presidente della Regione Lombardia condannato per corruzione a 5 anni e 10 mesi di carcere nell'ambito del processo Maugeri-San Raffaele. I giudici hanno quindi accettato la richiesta della difesa di Formigoni di scontare la pena ai domiciliari e di farlo uscire così dal carcere di Bollate dove si trova recluso dallo scorso 22 febbraio da quando, dopo la pronuncia della Cassazione, la condanna dell'ex governatore è diventata definitiva.

Formigoni qualche giorno fa aveva chiesto di nuovo di poter uscire dal carcere di Bollate, dove è rinchiuso dal 22 febbraio. Molto dimagrito, l' ex governatore lombardo, che ha compiuto 72 anni a marzo, si era presentato davanti ai giudici del Tribunale di sorveglianza di Milano con indosso un paio di jeans e una polo bianca. Al termine dell'udienza, durata tre ore, mentre Formigoni veniva fatto salire su un van della polizia penitenziaria che lo avrebbe riportato in prigione, i suoi avvocati, Luigi Stortoni e Mario Brusa, non avevano voluto rilasciare dichiarazioni. Anche se era trapelato un certo ottimismo.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • swiller

    22 Luglio 2019 - 17:05

    Come la legge anche la pietà non è uguale per tutti alla faccia della democrazia.

    Report

    Rispondi

  • swiller

    22 Luglio 2019 - 17:05

    Può succedere solo in Italia.

    Report

    Rispondi

  • Marwan

    22 Luglio 2019 - 13:01

    Vergogna ! In un paese normale questo delinquente sarebbe a marcire on galera ed buttato via le chiavi! Come sarebbe stato giusto far marcire in galera la signorina Carola.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Ong, Mediterranea si esercita in vista del ritorno in mare: altri sbarchi in arrivo?

Crisi di governo, Mattarella: "Altro tempo ai partiti per trovare un'intesa"
Luigi Di Maio, ovazione dei Cinque stelle al suo arrivo all'assemblea dei gruppi pentastellati
Consultazioni al Quirinale, Matteo Salvini attraversa i corridoi per arrivare da Sergio Mattarella

media