Cerca

Salva-migranti

Mare Jonio, la ong Mediterranea torna in acqua "nonostante multe e decreti". Chiede soldi, quanti ne servono

12 Agosto 2019

3
Mare Jonio, la ong Mediterranea torna in acqua "nonostante multe e decreti". Chiede soldi, quanti ne servono

"Dopo più di 2 mesi di sequestro, la nave Mare Jonio è libera, quasi pronta per salpare alla volta del Mediterraneo centrale". È l'ong italiana Mediterranea Saving JHumans, dal proprio sito, ad annunciare "una nuova missione di monitoraggio e denuncia di quanto avviene nella frontiera più letale del mondo, senza mai sottrarsi all'obbligo di salvare vite e portarle al sicuro". "Salperemo nonostante le multe, i divieti e i decreti. Perché l'umanità non si ferma con le minacce o le ingiunzioni", spiega la Ong che con la Mare Jonio e la Alex nei mesi scorsi ha monitorato il Mediterraneo centrale con lo scopo di soccorrere e portare migranti in Italia.


Mediterranea lancia anche una nuova campagna di sottoscrizione popolare: "Ci sono serbatoi da riempire, cambuse da rifornire, equipaggi da comporre - prosegue Mediterranea - e attrezzature indispensabili al salvataggio da acquistare. Per tornare in mare, per farlo subito, c'è bisogno del sostegno di tutte e tutti. Per farlo, per riempire Mare Jonio e metterla in sicurezza, servono 150mila euro. Ognuno può dare il suo contributo: donare è un atto di umanità". ''Chiediamo di aiutare Mare Jonio a tornare a navigare - conclude Mediterranea - perché è salvando gli altri che ci salveremo insieme". Il tempismo è perlomeno sospetto, visto che in questo momento il governo è in piena balia della crisi e il ministro degli Interni Matteo Salvini a un passo dalle dimissioni.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • zagor1970

    12 Agosto 2019 - 20:08

    perchè non vanno nello stato vaticano e nelle banche vaticane chiuse chiuse chiuse

    Report

    Rispondi

  • esasperata49

    12 Agosto 2019 - 19:07

    potrei essere in accordo sul salvarli, ma non capisco questa continua insistenza di voler portare buona parte dell'africa in italia. questo gioco alla lunga sta stancando anche quelli che prima pensavano che "si doveva accogliere" adesso sempre più convinta che sia solamente un brutto gioco politico. con tutti quei soldi che raccoglierete costruite scuole pozzi in loco così nessuno scapperà

    Report

    Rispondi

  • giesse940

    12 Agosto 2019 - 17:05

    Ma chi sono quei poco di buono che finanziano questi pocho di buono?

    Report

    Rispondi

Liguria, i vigili del fuoco soccorrono un escursionista in difficoltà su una parete rocciosa

Crisi di governo, parla Giovanni Tria: "I conti sono a posto. La legge di bilancio si può fare"
Gianluigi Paragone si schiera con Alessandro Di Battista: "Il Pd mostra la solita spocchia". M5s spaccato
Incendi in Amazzonia, le immagini aeree delle zone devastate. Terrificante

media