Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Pio D'Emilia: "Falla nei controlli, in Italia arrivano centinaia di cinesi sui pullman turistici"

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Pio D'Emilia, inviato di SkyTg24 in Asia, rivela l'incredibile "falla" nel sistema dei controlli per il coronavirus nel nostro Paese. Ospite di Myrta Merlino a L'aria che tira su La7, il giornalista sottolinea un aspetto nella prevenzione del contagio che evidentemente è stato completamente non considerato: "Non voglio fare polemica ma c'è un limite. Le autostrade non sono controllate", spiega, "controllano le stazioni e gli aeroporti ma non le strade". "E vi ricordo che ancora oggi, ogni giorno", conclude D'Emilia, "arrivano a Venezia e in Italia, dal Nord Europa soprattutto, centinaia di turisti cinesi a bordo di pullman". A oggi 21 febbraio si contano altre due persone ricoverate all'ospedale Sacco di Milano, specializzato nelle malattie infettive, per il Coronavirus. Si tratta della moglie incinta all'ottavo mese del trentottenne contagiato, e ancora ricoverato a Codogno, nel lodigiano (lo assiste una equipe del Sacco), che è risultata positiva al test e del collega tornato dalla Cina con cui aveva cenato e che si è presentato spontaneamente in ospedale con i sintomi di una polmonite. La donna è incinta all'ottavo mese, insegna in una scuola ma fortunatamente da alcune settimane è in maternità. Leggi anche: "Errore irreparabile". Coronavirus, l'effetto in Italia. Contagio a Lodi, Burioni: "Se m'avessero ascoltato"

Dai blog