Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, l'annuncio di Giulio Gallera: in Lombardia un malato grave su dieci è under cinquanta

  • a
  • a
  • a

Sono tre, ha detto in diretta Facebook l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera, i giovani lombardi tra i 18 e i 24 anni ricoverati in terapia intensiva per il coronavirus. «Un numero limitatissimo», appena lo 0,5 percento delle 560 persone col Covid19 che sono attaccate a una macchina. Se quasi il 60% delle polmoniti che finiscono in terapia intensiva riguarda over 65 – in particolare il 38% ha tra 65 e 74 anni e un altro 20% ne ha più di 75–,un 9% di malati che hanno avuto bisogno di un supporto respiratorio ha tra i 25 e i 49 anni, e il 32% è nella fascia tra i 50 e i 64: il virus colpisce duramente anche persone che, benché non più ventenni, «sono ancora in forze», chiarisce l’assessore. È quello che scrive oggi il Giorno. Il contatore dei contagi in Lombardia ha fatto un balzo di 1.489, arrivando a 7.280 casi dall’inizio dell’emergenza.

 

 

Questa distribuzione per fasce d’età è legata anche al fatto che,dopo i primi giorni in cui venivano controllati tutti i «contatti stretti» di un positivo, il tampone viene effettuato solo ai «contatti stretti» che hanno sintomi giudicati compatibili col coronavirus e alle persone che arrivano in ospedale con problemi respiratori, oltreche agli operatori sanitari e di servizi essenziali d’interesse pubblico entrati in contatto con un conclamato positivo.

Dai blog