Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Roberto Burioni, il miracolo a Casteldeci: zero contagi nel borgo del virologo. E lui spiega: "Come è possibile"

  • a
  • a
  • a

Un caso piuttosto incredibile, ma incontrovertibilmente vero. Il caso è quello che riguarda Casteldeci, un delizioso borgo di 400 anime, la metà dei quali anziani, e nessuno di loro ha contratto il coronavirus a venti giorni dall'inizio dell'emergenza. Ci troviamo in Emilia Romagna, provincia di Rimini, in piena Valmarecchia. E cosa c'è di incredibile? La coincidenza: il borgo, come spiega Il Resto del Carlino, è quello che dà origine alla famiglia di Roberto Burioni, il virologo con il quale abbiamo ormai una profonda dimestichezza.

 

 

Raggiunto telefonicamente dal Carlino, Burioni ha commentato: "Sono felice che a Casteldelci non ci siano casi. È un luogo al quale sono legatissimo. Dove i miei genitori, in tempi normali, passano gran parte dell’anno nella casa di famiglia". Le ragioni di questo piccolo-grande successo? Secondo Burioni delle spiegazioni razionali ci sono: "Sicuramente la posizione del borgo è defilata e la bassa densità di popolazione hanno aiutato a impedire il contagio". Ma Burioni non vuole che si abbassi la guardia: "È necessario però ricordare che anche chi abita a Casteldelci o nei paesi più piccoli, è suscettibile all’infezione virale e quindi bisogna prendere tutte le precauzioni necessarie per non infettarsi. Non vedo l’ora di tornare a Casteldelci per passare belle giornate all’aria aperta nella natura bellissima di quel luogo", conclude, per poi comunque ricordare che a Casteldeci come in tutta Italia "non dobbiamo abbassare la guardia".

 

 

Dai blog