Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, muore il vescovo di Caserta Giovanni D'Alise: era ricoverato da 4 giorni

  • a
  • a
  • a

La notizia della morte, avvenuta poco dopo l'alba, del vescovo Giovanni D'Alise, che il 30 settembre scorso era stato ricoverato, dopo essere risultato positivo al test del Coronavirus. Monsignor D'Alise aveva 72 anni, era cardiopatico, iperteso e diabetico. Era quindi un paziente ad altissimo rischio. Dopo il ricovero è stato curato con il Remdesivir, oltre che con le altre terapie previste dai protocolli attualmente adottati, ma le sue condizioni non sono migliorate.



 



 

Ieri mattina alle 6.30 il decesso, annunciato da un comunicato dell'ospedale. D'Alise era napoletano ed era stato nominato vescovo di Caserta il 21 marzo del 2014 da papa Francesco. A conferirgli il primo incarico episcopale, scrive il Corriere della Sera. era stato invece papa Giovanni Paolo II, che nel giugno del 2004 gli aveva affidato la diocesi di Ariano Irpino e Lacedonia. Per evitare assembramenti non potranno essere in molti nemmeno quelli che avranno accesso alla messa in suo ricordo che l'arcivescovo di Napoli Crescenzio Sepe celebrerà oggi pomeriggio alle 18, sempre in Duomo.

Dai blog