Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Meteo-inferno di Natale, tra poche ora il picco di freddo e le precipitazioni: dove e quando

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Non solo la pandemia. Non solo il lockdown. Non solo i timori per il futuro. A Natale ci si mette anche il maltempo: da domani, 25 dicembre, e almeno per tre giorni, un vortice ciclonico di origine polare piomberà sull'Italia innescando una fase di maltempo dalle caratteristiche prettamente invernali. Primo ad essere colpito il Nordest, dunque il Centro Sud, rispettivamente a Natale e Santo Stefano. Dunque, domenica, 'arrivo di una perturbazione atlantica, alimentata da aria fredda e sospinta da intensi venti di Scirocco, farà cadere la neve in pianura al Nordovest a partire dalle prime ore della sera. Anche oggi, la Vigilia, 24 dicembre, piogge deboli al Nord e sulle regioni tirreniche.

 

A Natale, un crollo termico. Le condizioni meteo peggioreranno subito sul Triveneto, sulla Lombardia orientale e meridionale, sul basso Piemonte e sulla Liguria con piogge e poi più marcatamente in Emilia Romagna. Nel pomeriggio del 35 dicembre le piogge si abbatteranno  verso Toscana e Marche settentrionali quindi Umbria, Lazio, Sardegna e gran parte del Sud. La neve scenderà a quote via via più basse e fin sopra i 400 metri in Emilia e 700-1000 metri al Centro.

Nel giorno di Santo Stefano venti freddi settentrionali soffieranno su tutte le regioni, il maltempo si porterà sulle regioni adriatiche, dalla Romagna alla Puglia e poi sul resto del Sud. La neve cadrà sopra i 300 metri al Centro e dai 700-1000 metri al Sud, tanto sole al Nord ma con clima molto freddo. Il picco del freddo lo si registrerà domenica 27 dicembre, su tutta Italia, mentre gli ultimi temporali lasceranno e dall'Atlantico avanzerà una perturbazione che si abbatterà sul Nordovest. Lunedì 28 nevicate insistenti sul Nordovest e pianure, copiose anche in Lombardia. Insomma, ci aspettano quattro giorni con un meteo pessimo.

Dai blog