Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Salvini e l'immigrato salito sull'autobus con un coltello a Milano: "Lavoriamo per mandarlo a casa sua"

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

"Tolleranza zero per i delinquenti". Matteo Salvini promette "espulsione rapida nel suo Paese d'origine" per il clandestino nordafricano che ha seminato il panico su un autobus a Milano, in via Padova. Salito a bordo con un coltellaccio, ha iniziato a spintonare gli altri passeggeri comprensibilmente spaventati. Fortunatamente nessun ferito, e al momento dell'arrivo delle forze dell'ordine l'immigrato è risultato privo di documenti e senza alcun permesso di soggiorno.  Leggi anche: "Ti facciamo schifo? Allora...". Salvini disintegra il clandestino che minaccia di morte gli italiani Via Padova è uno dei quartieri più multi-etnici e turbolenti di Milano, sebbene si trovi a una manciata di chilometri dal centro. La consigliera di Forza Italia Silvia Sardone da tempo denuncia il degrado e la delinquenza della zona: "Sono una costante e gli italiani che abitano questa realtà soffrono dell'incapacità delle istituzioni di proteggerli dallo squallore a cui è ridotta via Padova". Una via che, per l'amministrazione Pd di Beppe Sala, sta già diventando il fiore all'occhiello della "nuova Milano dell'integrazione". A spese dei pochi italiani rimasti, e della sicurezza di tutti. 

Dai blog