Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mario Adinolfi: "La moglie dev 'essere sottomessa"

Lucia Esposito
  • a
  • a
  • a

L'ex deputato Pd Mario Adinolfi, uno degli organizzatori del convegno sulla “famiglia tradizionale” che si è svolto sabato 17 gennaio. scatenato a La Zanzara su Radio 24 parla di preservativi e dice: “Sono contrario ai preservativi, non li uso e sono contrario. Abbassano il piacere e interrompono il momento”. Quando i conduttore Giuseppe Cruciani e David Parenzo gli hanno notare che i condom salvano dall'Aids, lui risponde così: “No, è solo propaganda. La soluzione è la sessualità responsabile. In Africa muoiono perché non c'è una sessualità responsabile, non perché non usano il condom. I preservativi – prosegue Adinolfi - abbassano il piacere e interrompono il momento. Io non li ho mai usati, anche quando da giovane ero scapestrato. Lo trovo capisco il valore. E ancora: “La malattia la eviti se vai con le persone con cui sai che puoi andare” Ma non bisognerebbe distribuire i condom nelle scuole, insistono i conduttori?: “Il preservativo di stato non esiste. Qualcuno può dire ai ragazzi di 18 anni che non è obbligatorio farsi il primo che passa? A mia figlia di 19 anni dico: conservati per il tuo sposo. Se possibile fai sesso responsabile, oppure non farlo”. E poi scatenato sui rapporti tra uomo e donna: “La condizione ideale – dice ancora Adinolfi - è quella di avere un solo uomo o una sola donna nella vita, io non lo posso dire ma invidio chi ha questa possibilità”. Non solo. Adinolfi aggiunge: “La moglie sottomessa cristiana è la pietra fondante, la pietra su cui si edifica la famiglia. Sottomessa significa messa sotto, cioè la condizione per cui la famiglia possa esistere. Una donna mite. E sottomessa non significa che non c'è la parità, sono due cose diverse”.

Dai blog