Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Di Pietro: "Sono un contadino vero"

Di Pietro tra cavalli e asinelli

Su "Chi" l'ex leader Idv ritratto tra cavalli, asini e bestie assortite che nutre con passione

Andrea Tempestini
  • a
  • a
  • a

Lo dice lui stesso: "Sono un contadino vero, mica come quelli della domenica, che arrivano nel bell'agriturismo e fanno finta. Io mi sporco le mani nella terra". Lui è Antonio Di Pietro. A volte ritornano: a zappare i campi, non in politica, quella politica che ha cancellato l'Idv e Ingroia (a cui Tonino si era aggrappato). Ce lo ricordavamo con la canotta bianca sul trattore. Oggi che di impegni non ne ha - o quasi: "Faccio l'avvocato, come mia moglie", spiega - Di Pietro, orgoglioso, si fa ritrarre tra cavalli ed asinelli, polli e bestie assortite che nutre con passione e, ovvio, si fa ritrarre anche a bordo del trattore arancione. Niente canotta, ma un maglione sgualcito per il servizio corredato da intervista su Chi. L'ex leader valorista rivendica la vis agricola. Lui, duro e puro, spiega che "non ho voluto un'azienda moderna, non mi interessa, mica ci devo guadagnare. Anzi, se mio padre non mi avesse lasciato il terreno e la casa, ci rimetterei". Tonino "the farmer" - grazie a case, casette, terreni e il lascito del passato da "Casta" - può permettersi di non badare troppo al vil denaro: "Il litro d'olio biologico che produco con le olive prese a una a una dall'albero mi costa più di quello del supermercato". E' la passione, bellezza. Una passione di famiglia: "Mia moglie e i miei figli vengono spesso (nel podere, ndr). Mia figlia, in particolare, l'altro giorno si è trovata a dover dare una mano nel corso di un parto (animale, ndr). Ci sono sempre mia sorella Concetta e un operaio che vive qui. L'impegno è grande. Dall'alba al tramonto". Una vita campestre che potete "assaggiare" nella gallery fotografica.

Dai blog