Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giuseppe Betori, l'arcivescovo di Firenze contro Matteo Salvini alla messa di Natale

Davide Locano
  • a
  • a
  • a

Non poteva, ovviamente, mancare l'attacco alla messa di Natale contro Matteo Salvini. Un attacco che piove non da un parroco qualunque, perché a scagliarsi contro il leader della Lega è il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, protagonista di un durissimo intervento pro-accoglienza. "A Betlemme - ha tuonato durante l'omelia del 25 dicembre - per Maria e Giuseppe, se non ci fu posto nell'alloggio, non mancò almeno l'accoglienza in una stalla". "La fede, lungi dall'allontanarci da questo mondo, ci chiama a una più coerente responsabilità in tutte le sue articolazioni, da quelle familiari a quelle sociali, nella vita economica e politica, attenti ai livelli intermedi delle aggregazioni sociali, specialmente là dove si esprime il servizio volontario e gratuito agli altri, come pure ai campi sempre più decisivi della cultura e della formazione, partecipi a ciò che accade accanto a noi e alle vicende che segnano la storia del mondo, impegnati nella cura della terra, la nostra casa comune", ha continuato Betori. Leggi anche: Il prete insulta Salvini, clamorosa rivolta a messa Poi le pesantissime critiche a Salvini, senza però mai nominarlo: "Che cosa ci sta accadendo dal momento che, di fronte alle oggettive difficoltà di inserire nella nostra società persone provenienti da mondi e culture diversi, in questi anni non si è ancora riusciti a trovare forme efficaci di risposta che non siano le chiusure dei porti e l'abbandono di fatto all'illegalità, che dà origine, questa sì, a insicurezza e paura?". E ancora: "Non ci si dica che questo nulla ha a che fare con il Natale e con la fede". Messaggio chiarissimo. Così come è chiaro che da molti pulpiti si continua a fare politica.

Dai blog