Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Oliviero Toscani getta la maschera, firma i manifesti per Antonio Calò del Pd

Davide Locano
  • a
  • a
  • a

Giù la maschera. Non che dopo le valanghe di insulti rivolti a Matteo Salvini ci fossero dubbi, ma ora ci sono i crismi dell'ufficialità: Oliviero Toscani, infatti, sposa in toto la causa del Pd. Quantomeno quella del candidato dem indipendente alle prossime elezioni Europee, Antonio Calò, per il quale firmerà i manifesti. Calò, cittadino europeo dell'anno 2018 e premiato per aver ospitato nella sua abitazione sei migranti richiedenti asilo, avrà i manifesti elettorali firmati da Fabrica, il centro di ricerca creativa diretto da Oliviero Toscani. Lo slogan della campagna sarà "La mia libertà inizia dove inizia la libertà degli altri", slogan nato da una visione comune di un "mondo aperto". Visione comune tra Calò e Toscani. I due si sono incontrati durante "Con-Fusione", una 36 ore di evento che lo scorso aprile ha cercato di valorizzare migrazioni e migranti. Il manifesto elettorale di Calò vuole valorizzare il "messaggio dirompente di un'Europa umana" e valorizzare 'apertura, la fermezza, la determinazione a realizzarlo attraverso uno sguardo di accoglienza. Toscani, insomma, prosegue la sua battaglia pro-immigrazione e contro le politiche messe in campo da Salvini. E, ora, si schiera al fianco del candidato Pd. Leggi anche: "Il vino dei contadini fa schifo": Oliviero Toscani, altra porcheria

Dai blog