Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Dagospia, soffiata pruriginosa: "Covo di lesbiche, si sa che...". Frase rubata al deputato in Transatlantico

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

I segugi di Dagospia hanno intercettato una pruriginosa conversazione in Transatlantico. Martedì scorso, nel deserto che precedeva la seduta di calendarizzazione della sfiducia a Giuseppe Conte, un deputato di Forza Italia "affondato su un divano" si confidava con un ex parlamentare della Prima Repubblica. "E poi si è già capito come va a finire, ormai è solo un covo di lesbiche…". La frase è criptica e sibillina, decisamente allusiva. Tanto che anche le sempre ben informate "spie" di Dagospia sono costrette a domandarsi: "Con chi ce l'aveva e a cosa si riferiva il deputato? E, soprattutto, chi sarebbero le interessate?". Poi, però, un'altra allusione spinta: "Ah, non saperlo…". I nomi, dunque, ci sarebbero. Appuntamento alla seconda puntata?

Dai blog